Spazzatura, erbacce, topi e buio pesto, la strada comunale Santa Lucia simbolo del degrado

Si sono rivolti al nuovo sindaco De Luca come se fosse il “Salvatore della patria” o piĂą semplicemente per disperazione dopo aver atteso, invano, gli interventi da parte della precedente Amministrazione, che dalle parti di Pistunina e Santa Lucia sopra Contesse non si è mai vista, ad eccezione della campagna elettorale del 2013.

Cinque lunghi anni di gestione Accorinti hanno gettato il quartiere nell’oblìo con problemi irrisolti che lo rendono invivibile di giorno e di notte. L’esempio lampante è la Strada comunale Santa Lucia, una “lingua d’asfalto” circondata dal degrado con spazzatura, erbacce, topi ed insetti di ogni tipo, specie nel periodo estivo che vede proliferare scarafaggi e zanzare. Così gli abitanti della zona sono costretti a barricarsi in casa per evitare spiacevoli “intrusioni” dall’esterno.

Un’emergenza igienico-sanitaria senza precedenti che vede anche la presenza di grossi topi che si aggirano tra i cassonetti e sul marciapiede. “Tornavo dal supermercato quando all’improvviso ho visto spuntare un topo bianco – ha riferito Salvatore – era talmente grosso che inizialmente lo avevo scambiato per un gatto. Siamo abbandonati da tutti ed al calar del sole dobbiamo fare i conti con la totale assenza dell’illuminazione”.

Ed eccola la prospettiva notturna, in lontananza si scorgono i lampioni della Statale 114, per il resto è buio pesto per colpa della scarsa manutenzione all’impianto di pubblica illuminazione con cavi e plafoniere penzolanti.

Ora che l’inquilino di Palazzo Zanca è cambiato sperano in una rinascita, dal basso o dall’alto poco importa, da queste parti basta poco per accontentarsi…

Tonino Demana

Condividi




Change privacy settings