Rete Ospedaliera, Picciolo: “Il sì di Sicilia Futura un atto dovuto”

“Il nostro voto in Commissione sanitĂ , grazie al sì dell’onorevole D’Agostino, si è rivelato determinante. La scelta di supportare la nuova rete ospedaliera anche perchĂ©, sostanzialmente, questa rispetta l’impianto della bozza di quella precedente, come ampiamente da noi previsto in tempi non sospetti, è stato un atto dovuto per una sanitĂ  da troppo tempo “commissariata e precarizzata. La parola per la  sostenibilitĂ  economica passa ora al Governo nazionale”
Lo afferma il segretario regionale di Sicilia Futura, Beppe Picciolo, che ricorda come il documento approvato ieri comporti un aumento del fabbisogno economico a “ spanne “, per la attuazione della Rete , di almeno 400 milioni di euro  (cifre non disponibili per la sanità isolana secondo il precedente Governo Nazionale e che invece oggi “si spera” non verranno negate).
“Auspichiamo quindi – ha concluso Picciolo – che in sede di ultima approvazione Ministeriale si possa ancora migliorare la configurazione della Rete Ospedaliera, trovando le soluzioni piĂą corrette per quelle realtĂ  presenti ad esempio a Ragusa, Trapani o nella stessa Messina (con l’ospedale Papardo ancora bloccato sul DEA di I livello) le cui potenzialitĂ  richiedono un ulteriore sforzo da parte di chi detiene i cordoni della borsa, per far sì che tutti i territori possano ritenersi appena soddisfatti ed esprimere una assistenza sanitaria davvero migliore”.

 

Condividi




Change privacy settings