Atm-Metroferrovia, passi in avanti per l’integrazione tariffaria. Barresi: “Intercettare fondi regionali”

“In merito all’incontro tra l’assessore regionale Falcone e il sindaco di Messina, constatiamo con soddisfazione che l’Amministrazione pare sia uscita dal clima perenne da campagna elettorale e cominciato concretamente ad entrare nel merito delle problematiche di Atm”: questo il pensiero di Michele Barresi, segretario generale Uiltrasporti Messina.

“Come Uiltrasporti abbiamo piĂą volte denunciato alla classe politica messinese le discriminazioni che Atm ha subito in termini di riconoscimento dei contributi chilometrici , che ne ha limitato la fase di rilancio ed è positiva la presa di posizione del sindaco De Luca.

Allo stesso modo – ribadisce Barresi – rilanciamo con forza il progetto piĂą volte proposto alla vecchia Amministrazione di integrazione tariffaria e intermodale tra Atm e Metroferrovia che potrebbe portare ad un biglietto giornaliero integrato del costo di due euro, permettendo ad oltre centomila cittadini delle tre circoscrizioni a sud di muoversi utilizzando i due vettori bus/treno.

Auspichiamo che dopo il confronto con l’assessore al ramo, l’Amministrazione comunale possa procedere nell’interlocuzione con il Governo regionale per intercettare tutte le risorse regionali necessarie giĂ  destinate ai progetti di integrazione tariffaria e di mobilitĂ  nelle tre cittĂ  metropolitane siciliane. Questo è il modus operandi che auspichiamo persegua la nuova Amministrazione De Luca .

Condividi




Change privacy settings