Contrasto all’economia illegale e sommersa: Guardia di finanza intensifica controlli

Contrastare ogni pratica commerciale abusiva. Continuano i controlli delle Fiamme Gialle nelle aree costiere e balneari di Taormina. In particolare, ieri mattina ha avuto luogo il blitz dei militari del Comando Provinciale e della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Messina contro gli abusivi delle gite turistiche in barca.

Le Fiamme Gialle hanno constatato complessivamente 44 mancate emissioni di scontrini fiscali, effettuato 18 controlli in materia di sommerso di lavoro rilevando 6 lavoratori in nero.  Controllati inoltre 14 natanti, verbalizzandone 12 in quanto esercitavano l’attività di noleggio per gite turistiche lungo il litorale senza le prescritte autorizzazioni e le dovute dotazioni di sicurezza a bordo, condotte, in taluni casi, da personale addirittura sprovvisto della patente nautica e comunque non in regola con le previste normative previdenziali e assicurative.

L’operazione è stata condotta anche via mare con l’ausilio di due vedette classe 2000 del Comparto Aereonavale della Guardia di Finanza a cui dal 2017, è stata affidata anche la “sicurezza del mare”, assegnandole compiti di ordine e sicurezza pubblica che si aggiungono alle consolidate attività di polizia economico finanziaria, proprie della Guardia di Finanza.

Condividi