Discariche selvagge, assessore Musolino: “Nessuna macelleria sociale. Pensiamo a Multiservizi eliminando doppioni. Entro luglio colloqui per Brand ME”

“I cittadini hanno dimostrato di essere dei validi ispettori per il controllo delle condizioni igienico – sanitarie della cittĂ . Sta funzionando l’allerta sporcizia, mancanza di raccolta o errori da parte degli stessi abitanti nel conferimento rifiuti attraverso la pagina Facebook per le segnalazioni. Per Ganzirri nel fine settimana, per esempio, abbiamo agito nell’immediato facendo lavorare gli operatori di MessinaServizi Bene Comune in via eccezionale di domenica. Abbiamo interloquito con il Dg Iacomelli risposta immediata ha coinvolto tutti la cittadinanza. Ulteriori punti dove c’erano accatastamenti dei rifiuti. Non è tanto il mancato prelevamento e disfacimento dell’immondizia quanto il criterio di discarica utilizzato senza alcun censimento anche in centro cittĂ . Suppellettili, arredi ed elettrodomestici ovunque quando esiste l’apposito servizio, con chiamata a numero verde, in  tutte le zone Gravitelli, Tremonti, panoramica e Gazzi. Ripulire sistematicamente persino la discesa di Tono che porta al mare non serve. Stiamo potenziando servizio di spazzamento. Si è avviato piano syatirdunatio di interventi”. Così l’assessore all’Ambiente Dafne Musolino che oggi chiarisce quali siano state le mosse dell’Amministrazione De Luca in materia di nettezza urbana mettendo in pratica una “buona interazione con i cittadini che ha intenzione di far continuare sulla pagina Facebook. “Anche se non era in giorno dell’umido, fuori dal giorno e dalla postazione consentiti, abbiamo eseguito la rimozione. Continuamente sia con assessore Minutoli e Iacomelli. Ancora no tabella di marcia sinergica. Anche se la Messinaservizi ha il suo diario di interventi manifesti sul sito. Questo è un qualcosa di piĂą che gli chiediamo di fare”.

Non dimentichiamo che l’assessore Musolino è titolare della delega al Brand Messina. “Realizzazione di regolamento che inviti imprenditori a prenderne atto e partecipare, far parte del brand non solo come etichetta, per incentivare servizi di promozione, diffusione e valutazione nel lancio di un contesto di internazionalizzazione. Non solo motivi di carattere campanilistico bensì strategie di marketing. Entro la fine di luglio produrremo qualcosa di specifico anche in relazione alla portata della manifestazione Vara. Non c’è rischio occupazionale per nessuno oltre alla privatizzazione, per cui ovviamente c’è l’ipotesi della Multiservizi. Non possiamo passare a un bando europeo dall’oggi al domani, avremo bisogno e reimpiegheremo tutte le forze lavoro della vecchia MessinAmbiente, daremo la possibilitĂ  a tutte le risorse umane anche quelle che presentano patologie, disabilitĂ  e altri disagi ecc. saranno dislocate in altre attivitĂ  che non comportino sforzi fisici, razionalizzazione decisiva, no macelleria sociale, non ulteriori azioni di povertĂ . Siamo consapevoli che la cittĂ  sia in crisi da numerosi anni. Per quanto ci riguarda i servizi parziali saranno attivi. Facciamo un quadro complessivo per evitare la duplicazione di enti come quelli di ragioneria. Il sindaco De Luca racconta spesso di aver trovato all’Atm, presso l’ufficio protocollo, circa 10 persone. Ci vuole dunque una riorganizzazione del personale, individuare tutte le loro mansioni e rendere tutto efficiente”.

Condividi