Blitz di De Luca all’Amam, ma il dg Cipollini e l’admin Bonanno sono assenti: “Ed io pago”

“Toc toc, c’è qualcuno?” domandò il sindaco, ma nessuno rispose. Nuova goliardata del primo cittadino Cateno De Luca, protagonista di quello che ha definito un vero e proprio blitz realizzato presso la sede dell’Amam.

L’ormai ex deputato regionale senza alcun preavviso ha pensato bene di render visita al quadro dirigenziale della partecipata che si occupa della gestione e distribuzione dell’acqua nel territorio messinese, ma una volta giunto le sue aspettative sono state tradite.

“Non ho trovato nĂ© il direttore generale Cipollini nĂ© l’amministratore Bonanno” ammonisce sulla personale pagina Facebook, riscontrando le assenze eccellenti. De Luca, senza fronzoli ha incalzato i due dirigenti: “Probabilmente interpretano questo ruolo come un passatempo” e riprendendo la celebre espressione del mito Totò, con ironia ha aggiunto: “Ed io pago”.

Il neo sindaco, dopo le prime esternazioni su ATM e MessinaServizi, apre un nuovo fronte mettendo nel mirino l’altra partecipata, con un’altra palla avvelenata delle sue, lanciata questa volta al il direttore generale dell’Amam, Claudio Cipollini e all’amministratore unico Francesco Bonanno.

Condividi