Presidenza Consiglio Comunale, il Pd non ha ancora deciso: tutto rinviato a giovedì

Quattro ore di confronto per non decidere nulla, o meglio, per rinviare tutto di qualche giorno, esattamente a giovedì. All’interno del centrosinistra sono iniziati i vertici per stabilire le candidature alla presidenza del Consiglio Comunale, che la prossima settimana emetterà i primi vagiti. Deputati, consiglieri comunali e vertici del Partito Democratico si sono riuniti per vagliare tutte le possibili soluzioni. In realtà, al momento, si è deciso di non decidere almeno fino a giovedì, quando un organo interno, decisamente più intimo rispetto al tavolo di lunedì pomeriggio, deciderà il nome su cui puntare. La candidatura più autorevole resta quella di Felice Calabrò, nome che attrae per competenza e fedeltà al partito, ma che potrebbe creare qualche spaccatura all’interno della coalizione.

Ad esempio, questa soluzione potrebbe non scaldare i cuori degli esponenti di Sicilia Futura, che non hanno partecipato alla riunione. Il gruppo formato dall’ex deputato regionale, Giuseppe Picciolo, continua a puntare forte su Nino Interdonato, già vicepresidente per buona parte dell’era Barrile e riconfermato tra i banchi del civico consesso a suon di preferenze. Pd (inteso anche come lista Libera Me) e Sicilia Futura però continuano a farsi i conti senza l’oste cioè la controparte, e questo potrebbe provocare non pochi disappunti. L’altro nome forte uscito dall’incontro di lunedì pomeriggio sarebbe quello di Gaetano Gennaro, che sarebbe espressione diretta dell’ex candidato sindaco, Antonio Saitta. Sembrano staccati, ma pronti a rientrare in gioco, le ipotesi Antonella Russo e Claudio Cardile, che rappresentano le due anime del partito nei cinque anni dell’era Accorinti. Aspra contestatrice la prima, decisamente più magnanimo il secondo.

Tramontata la pista che porta a Libero Gioveni, mentre Pietro Navarra non sembra aver accantonato definitivamente la candidatura di Biagio Bonfiglio, appena eletto nella lista Libera Me. Ma all’interno del Pd si discute anche del rapporto che si dovrà avere con la Giunta De Luca. Il confronto avuto è stato definito positivo dallo stesso primo cittadino, che mercoledì dovrebbe incontrare una delegazione formata dai consiglieri e dal coordinatore provinciale, Paolo Starvaggi.

Condividi