Sit-in dei lavoratori Confor Service, la replica dell’UniversitĂ 

Dopo sit-in dei lavoratori della ditta Confor Service, consorziata esecutrice della ManitalIdea, non tarda ad arrivare la risposta dell’UniversitĂ  degli Studi di Messina, che si è affidata all’intervento del Direttore generale, Daniela Rupo, per far sentire la propria voce.

“L’UniversitĂ  è senza esitazioni disponibile a far fronte alle richieste dei lavoratori, secondo le disposizioni di legge vigenti – ha precisato la prof. Rupo, che giĂ  oggi insieme al prorettore vicario prof. Giovanni Moschella, ha accolto la richiesta di incontro con i lavoratori e i sindacati.  La posizione di UniMi è chiara:  nel caso in cui, come giĂ  avvenuto con altra azienda subappaltatrice della Manital, i lavoratori non abbiano percepito gli stipendi dal datore di lavoro, l’UniversitĂ  può attuare l’intervento sostitutivo, purchĂ© sia messa in condizione di procedere secondo quanto disposto dal codice degli appalti.

Tuttavia il Direttore Generale chiarisce: “Ad oggi non è pervenuta alcuna formale richiesta motivata da parte della ditta (in questo caso la consorziata Confor Service) o da parte del sindacato dei lavoratori, nĂ© l’Ateneo è in possesso delle buste paga dei lavoratori, necessarie a quantificare le relative spettanze. La lamentata indifferenza dell’Ateneo non è quindi fondata, e pur tenendo conto delle giuste richieste dei lavoratori, appare ingenerosa”.

“Resta ferma la volontĂ  dell’UniversitĂ  di definire, nel piĂą breve tempo possibile, la questione, riservandosi altresì di agire legalmente nei confronti della ManitalIdea, stanti i ripetuti ed infruttuosi solleciti rivolti alla stessa, per il risarcimento dei danni materiali e d’immagine cagionati da questa spiacevole vicenda” ha concluso la professoressa Lupo.

Condividi




Change privacy settings