Omicidio Cutè, i fratelli Minardi inchiodati dopo 18 anni

Giuseppe Minardi è ristretto a Sulmona, Giovanni Minardi è rinchiuso nel carcere di Spoleto: entrambi sono stati condannati all’ergastolo. Il primo, 42 anni, ha precedenti per omicidio doloso, associazione mafiosa, estorsione, rapina, furto, armi, droga, ricettazione e favoreggiamento personale. E’ stato arrestato nel gennaio del 2003 ed era attivo nel clan Giostra. Il fratello piĂą piccolo, 36 anni, sconta condanne definitive per omicidio in concorso, associazione a delinquere di stampo mafioso, detenzione e porto illegale di armi, detenzione e spaccio di stupefacenti, tentata rapina ed estorsione. Anch’egli componente del clan di Giostra e ritenuto con altri elementi di spicco, autore dell’omicidio di Carmelo Mauro avvenuto nel 2001.

A 18 anni e 5 mesi di distanza, la Squadra mobile ha fatto piena luce su un altro omicidio eccellente, quello di Domenico Cutè, avvenuto il 15 gennaio 2000 a Giostra. Cutè venne ucciso con tre colpi d’arma da fuoco, sparati con un fucile da caccia.

Condividi




Change privacy settings