Cinquestelle a Cateno De Luca: «Siamo distanti da progetti deliranti e non barattiamo con poltrone. Il voto è sacro»

Cateno De Luca li annovera tra gli “amici” fino a ieri sera a piazza del Popolo e spera che i loro adepti possano affermare la loro libertĂ  di voto, come sono abituati a fare, tra due personalitĂ  indubbiamente diverse da loro (De Luca – Bramanti), quelle del ballottaggio del 24 giugno. Ma che nel caso del deputato di Sicilia Vera c’è l’intento di garantire la stessa freschezza di programma a cui i Pentastellati sembrano anelare, secondo l’aspirante “capitano di Palazzo Zanca”, oltre a trascinare “19 consiglieri di nuovo conio con nuove idee e nessun contagio col sistema padronale”.

I Cinquestelle respingono qualsiasi chance di apparentamento, lo comunicano rapidamente entro le 24 ore richieste da De Luca, ribadendo la propria distanza politica, morale e ideologica dal deputato regionale in tutte le sue componenti, compreso il candidato a Sindaco, Gaetano Sciacca. Questi, lo abbiamo già raccontato, accetta l’incarico di consigliere comunale: «Una scelta che dimostra la sua integrità morale e il suo grande amore per la città»

«I voti del M5S sono un’espressione della libertà degli elettori e non verranno scambiati o spostati per alcun inciucio politico. Da parte nostra non esiste alcuna possibilità di apparentamenti, siano essi tecnici o sotterranei. Le preferenze espresse alle urne dagli elettori non devono in alcun modo essere strumentalizzate per interessi personali né barattate con delle poltrone a scapito degli interessi della comunità».

In prospettiva del ballottaggio, mentre cominciano già a delinearsi i primi accordi elettorali, alla luce del sole o meno, il MoVimento 5 Stelle di Messina ha, per la prima volta, l’occasione preziosa di far sentire la propria voce al Comune e non la vuole sciupare. Anzi impiegherà al massimo le energie per “ripagare la fiducia dei tanti cittadini che vedono nel M5S l’unica vera alternativa sana a un sistema marcio”.

«Qualunque sia il risultato finale delle urne, continueremo a opporci a chi si ostina a mortificare la nobile città di Messina con dichiarazioni farneticanti e dai toni intimidatori – riecheggiano i Cinquesttelle -. La nostra sarà una battaglia condotta da protagonisti da Gaetano Sciacca, uno stimato professionista che con umiltà e senso civico ha deciso di mettersi in gioco in prima persona, proseguendo il suo percorso politico con il M5S dagli scranni del Consiglio Comunale: una scelta che dimostra la sua integrità morale e il suo grande amore per la città».

«Nel massimo rispetto della volontĂ  popolare, esprimiamo la nostra preoccupazione per le sorti di Messina che si trova a dover scegliere tra un’arrivista senza scrupoli che continua ad approfittare della buona fede dei cittadini con progetti deliranti, spacciando le sue pagliacciate da circo per politica antisistema e i soliti noti che si nascondono dietro un falso candidato civico.

Ricordiamo che il M5S ha come suoi principi fondanti l’onestà, la trasparenza e l’integrità morale: nessun politico privo di tali requisiti può rappresentare in alcun modo i valori del Movimento, men che meno chi è già sotto processo perché accusato di reati gravi, ancor più per un pubblico amministratore. Messina dovrà affrontare nei prossimi mesi una difficile sfida: da prima forza politica della città e da unica vera forza di opposizione sarà un nostro dovere morale opporci strenuamente alla malapolitica e ai soliti volti noti che hanno messo a repentaglio il nostro futuro»

Condividi




Change privacy settings