Accorinti a piazza Casa Pia: “Siamo più forti delle cattiverie. Nostra politica è umana. Migranti accoglieranno crocieristi”

“Comune, Autorità Portuale e Istituto ‘Jaci’ hanno fatto accordo perché i migranti possano accogliere i crocieristi. Non abbiamo bisogno di parlare male degli altri. Le nette differenze tra noi e gli altri si vedono. È il senso di umanità che fa la differenza. Ci smarchiamo dall’essere umano per non dovere affrontare i problemi radicati. Siamo per la solidarietà. I diritti universali sono stato scritti e scolpiti. Abbiamo fatto un sacrificio fisico in una città con interessi massonici, della ‘ndrangheta e della mafia. Abbiamo camminato su alte frequenze. Ci chiamano ovunque. Molte comunità in tutta Italia e anche fuori dall’Italia hanno capito cosa facciamo. Siete tutti voi che avete fatto diventare questa città una comunità. Il nostro denaro non è il nostro Dio, ci serve ma per campare. Il pregiudizio è la cosa più pericolosa perché entra nelle viscere e va al di là della cattiveria. Dobbiamo avete grande compassione, compenetrarti nell’altro. È una politica umana. Abbiamo rivoltato un  palazzo. Votate con consapevolezza, coscienza e serietà”. Il sindaco Renato Accorinti entusiasma piazza Casa Pia con tutto il suo seguito, con tutta la sua Giunta designata e i candidati al Consiglio comunale e ai quartieri.

“La città prima era un verminaio ed è stata modificata – prosegue l’attuale reggente di Palazzo Zanca -. Siamo stimati dappertutto a nome vostro. Il voto di scambio esiste e non può cambiare in cinque anni. Nel 2013 chi si faceva abbindolare da Genovese ci guadagnò anche solo 25 euro per sventolare dei volantini. In un momento storico di povertà, si accetta la pasta e altro di poco valore. Non c’è nessuna idolatria. Le associazioni importanti sull’ambiente quando andavo a trovarle in altre regioni d’Italia erano poche numericamente ma avevano una grande animo. Non ci fermeranno più. La coscienza se è pulita va avanti, giorno per giorno”.

Condividi