Il Messina di Proto retrocesso all’ultimo posto: beffa Vibonese

Una vicenda paradossale che si è conclusa con ben 9 mesi di ritardo. La Corte Federale d’Appello, che si è riunita oggi a Roma a sezioni unite ha accolto infatti il ricorso presentato dall’US Vibonese Calcio srl “avverso la declaratoria di infondatezza e inammissibilità del ricorso proposto ex artt. 30 e 32 C.G.S. CONI, nei confronti della Società ACR Messina (Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – Com. Uff. n. 51/TFN del 22.3.2018)”.

Una sentenza ininfluente nei confronti di un ACR che ha giĂ  rinunciato a ogni campionato e a questo punto anche nei confronti della Vibonese. Beffa doppia invece per il Troina, che a questo punto avrebbe meritato sul campo il salto di categoria. Resta da vedere se adesso il club ennese proverĂ  a fare valere le sue ragioni. Anche se il precedente della Vibonese dimostra che i tempi della burocrazia federale non giocano certo a favore delle legittime istanze dei club.

Condividi