EleMe, sorteggiati gli scrutatori: ma c’è qualcosa che non va…

Continua a regnare il caos sulla gestione dei prossimi seggi elettorali, anche se i presidenti si sono ormai rassegnati all’idea di dover affrontare una vera e propria maratona che potrebbe durare diverse decine di ore. Questa mattina, intanto,  nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca, la commissione elettorale comunale, presieduta dal sindaco, Renato Accorinti, e composta dai consiglieri comunali, Nicola Cucinotta e Lucia Fenech, in adunanza pubblica, presente il dirigente l’ufficio elettorale, Natale Castronovo, ha proceduto all’estrazione dei 1286 nominativi di elettori, che saranno chiamati ad assolvere l’incarico di scrutatore per l’appuntamento elettorale di domenica 10 giugno, delle elezioni del sindaco, del consiglio comunale e dei consigli circoscrizionali.

Saranno 5 gli scrutatori nei 254 seggi, mentre due scrutatori saranno assegnati agli otto seggi speciali. Dall’elenco complessivo delle 8.080 domande presentate in cui risultano residenti 1043 scrutatori nella prima municipalità; 1154 nella seconda; 2103 nella terza; 1167 nella quarta; 1620 nella quinta; 981 nella sesta; mentre 12 domande sono state escluse per assenza di requisiti; sono stati estratti i nominativi degli scrutatori. Per l’elaborazione al computer del Centro elettronico, sono stati inseriti, scelti da parte di sei cittadini presenti alle operazioni, il numero 41 come passo di estrazione ed il numero 19 come record d’inizio conteggio.

I nominativi degli estratti sono consultabili sul sito www.comunemessina.gov.it. L’avviso dell’avvenuta nomina deve essere notificato agli interessati nel più breve termine, e poiché la legge prevede che gli uffici costituiti per il primo turno di votazione siano mantenuti anche per il secondo turno, nell’avviso sarà altresì specificata la data dell’eventuale turno di ballottaggio e l’avvertenza che, ricorrendo tale ipotesi, il nominato scrutatore dovrà ripresentarsi al seggio nei giorni e nelle ore indicate. Nel caso di impossibilità, per qualche scrutatore di assumere le funzioni, dovrà essere data immediata notizia al Comune per la sua sostituzione.

Tutto finito? Neanche per sogno, visto che a diversi scrutatori e presidenti sarebbe stato comunicato di presentarsi sabato 9 giugno alle 16 per l’insediamento dei seggi. Nulla di più sbagliato, visto che i seggi si formeranno alle 6 di domenica 10 giugno.

Naturalmente è già partito lo scaricabarile tra Comune e Prefettura su chi avrebbe fatto partire queste informazioni errate. Il rischio è che veramente giorno 9 giugno alle 16 qualcuno degli scrutatori si possa presentare nella scuola in cui è stato designato. Quindi, a scanso di equi

 

Condividi