Scoperto un arsenale di armi e droga a Santa Lucia Sopra Contesse

Nel pomeriggio di ieri, è scattato un blitz dei carabinieri della Compagnia di Messina Sud nel quartiere di Santa Lucia Sopra Contesse, dove i militari stavano monitorando da tempo un casale in cui erano stati notati movimenti sospetti. Lunghi appostamenti, anche notturni, hanno preceduto l’irruzione nello stabile.

I militari hanno passato a setaccio i locali ma hanno anche effettuato degli scavi nel terreno adiacente alla struttura, rinvenendo sotterrati a circa mezzo metro dalla superficie, diversi recipienti in vetro e plastica contenenti armi, tutte in perfetto stato di conservazione in piena funzionalitĂ , munizioni e droga.

Quello che è stato portato alla luce è un vero e proprio arsenale, costituito da: una pistola mitragliatrice a funzionamento semiautomatico, micidiale per l’elevata capacità offensiva; due fucili, provento di furto, con canne mozzate per aumentarne la capacità offensiva; un revolver calibro 357 magnum, anche questo provento di furto; 125 proiettili calibro 9X19; 60 cartucce per fucile; Quasi un Kg. di marijuana; 2,5 Kg. di hashish; la somma di 10.000 euro in contanti verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Trovato in possesso di un ammontare così sbalorditivo di armi e droga, Vincenzo Costantino, pregiudicato messinese 54enne, è tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione illecita di armi, munizioni e sostanze stupefacenti. L’uomo è stato immediatamente condotto presso il carcere di Gazzi.

Le armi, sequestrate, saranno sottoposte ad accertamenti balistici, presso il RIS di Messina dove verrĂ  verificato se queste siano state impiegate in precedenti attivitĂ  delinquenziali.

Condividi