Il primo dipendente di MessinaServizi, ecco la firma del contratto di cessione da Srr

Buona fortuna e stretta di mano per tutto il personale della società di raccolta e smaltimento rifiuti di Messina in stato di liquidazione. La manovra di assorbimento – assunzione alla MessinaServizi Bene Comune è scattata questa mattina per i primi 389 dipendenti con l’ormai nota mediazione di Srr mentre i restanti 101 dovranno firmare entro il 30 aprile. La modalità con cui il “trasloco del capitale umano” è stato ufficializzato si basa sulla lettera di licenziamento spedita a tutti gli impiegati e poi lo svolgimento della firma del contratto di cessione da Srr davanti al capo di Palazzo Zanca Accorinti, all’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua, all’assessore al Personale Guido Signorino, all’Amministratore unico della MessinaServizi Beniamino Ginatempo e il dirigente di Srr Arturo Vallone.

“È giunto il momento che si chiuda il cerchio, uno degli obiettivi per cui mi è stato affidato l’incarico interviene il Commissario Giovanni Calabrò . Bisogna dare atto che ci sono state due amministrazioni sia comunale che della MessinAmbiente che hanno cooperato perché il tutto si materializzasse. Dal 1° maggio sarò solo commissario liquidatore che è il mio vero ruolo. In passato e finora, ho svolto anche la funzione di Amministratore Unico. Dal 2 luglio, si svolgerà una ulteriore adunanza dei creditori al Tribunale Civile seconda sezione fallimentare. Si prenderà atto della soluzioni migliorative al piano concordatario sull’ambito dei corrispettivi cioè quanto dare al maggior creditore ovvero l’Erario. Se viene omologato quanto stabilito dall’intesa concordataria, in tre anni bisognerà saldare i 30 milioni di euro”.

Il sig. Salvatore Allone è il primo dipendente a firmare il contratto di cessione a MessinaServizi Bene Comune.

Condividi




Change privacy settings