Grana stipendi, Messina in imbarazzo e in silenzio stampa: “Troppe fughe di notizie, faremo un’indagine interna”

Non c’è pace per il Messina. Dopo il problema gasolio che ha costretto i giocatori a fare la doccia fredda la settimana scorsa, scoppia la grana stipendi. I giocatori ieri non si sono allenati, anche nella giornata odierna non si è svolta la regolare rifinitura alla vigilia della gara di San Cataldo.

La società però precisa: “L’esasperato attacco mediatico ricevuto oggi a seguito di infondate notizie apparse su alcuni organi di stampa risulta lesivo dell’immagine della società e mina l’entusiasmo del presidente, che ad oggi ha sempre onorato i propri impegni con grande senso di responsabilità. Il dottor Sciotto ha visitato in mattinata la squadra in vista della trasferta di San Cataldo, appuntamento di particolare rilievo per onorare la maglia e la città e per non compromettere i programmi della prossima stagione: i risultati delle ultime tre partite saranno infatti fondamentali per provare a migliorare l’attuale posizione in classifica, al momento deficitaria. La vittoria nella prossima trasferta è l’unico obiettivo richiesto dal presidente in questo momento; un passaggio a vuoto a San Cataldo potrebbe costringere la proprietà ad adottare seri provvedimenti. Nel corso della prossima settimana sarà discussa ogni singola posizione economica. In merito alle voci circolate nel pomeriggio, la società vuole precisare come siano infondate tutte le pretese economiche di presunti arretrati poiché, ad oggi, l’Acr Messina è in regola con i pagamenti secondo gli accordi con i tesserati. La società prenderà ulteriori provvedimenti per quanto concerne la decisione adottata dai calciatori di non allenarsi nella prevista sessione odierna; per tale motivo, i giocatori saranno severamente multati. È in corso inoltre un’indagine interna per far luce sulla fuga di notizie avvenuta a pochi minuti dalla riunione riservata con il presidente. La società ha infine deciso di adottare a tempo indeterminato la formula del silenzio stampa per tutti i tesserati”.

Condividi