La morte della piccola Elisa resta un giallo, necessari nuovi accertamenti

E’ ancora avvolta dal mistero la morte della piccola Elisa. La piccola si era sentita male alla festa di un compagnetto, a Saponara e si era ripresa dopo essere stata soccorsa dal padre. Poco dopo ha avuto un altro malore, si è accasciata al suolo e ha perso sangue.

La disperata corsa al Policlinico non è bastata a salvarle la vita; i medici hanno tentato di rianimarla a seguito di due arresti cardiaci, ma l’esito è stato infausto.

L’autopsia è stata eseguita dal medico legale, Giovanni Andò, ma non ha dato risposte definitive. Escluse le cause di morte violenta, potrebbe essersi trattato di coagulazione disseminata, una grave sindrome caratterizzata dalla presenza di trombi. Ma per conoscere l’esito definitivo serviranno nuovi esami.

Condividi