Incendio boschivo a Saponara: condannati due piromani

Due piromani sono stati condannati dal Tribunale di Messina che li ha giudicati con il rito abbreviato. Si tratta di Sebastiano Saccone, 31 anni, originario di Basicò e di Antonino Labruzzo Calcò, 22 anni, di Falcone rispettivamente alla pena di anni tre di reclusione e due anni ed otto mesi.

I due giovani erano stati tratti in arresto lo scorso 5 aprile da una pattuglia della Stazione dei carabinieri di Saponara per incendio boschivo che li aveva sorpresi, in flagranza di reato, in contrada Margi nel territorio di Saponara appena dopo avere appiccato le fiamme in un appezzamento di terreno contenente sterpaglie e bosco.

Saccone e Labruzzo Calcò erano stati fermati dai militari dell’Arma che, notando una colonna di fumo, si erano precipitati sul posto; immediatamente venivano avvisati i vigili del fuoco che riuscivano a domare le fiamme dopo un lungo intervento.

Ad inchiodare i piromani sono stati la tanica di benzina, due accendini, un bastone parzialmente bruciato, un coltello, una roncola e una mazza rinvenuti nell’auto dei fuggitivi.

Condividi