Stanza Sindaco verrà intitolata a Peppino Impastato venerdì 13. Suo fratello Giovanni incontrerà studenti

In memoria di Peppino Impastato si procederà venerdì 13 ad intitolare la stanza del sindaco a Palazzo Zanca, con la scopertura di una targa in bronzo, collocata nei locali dell’ufficio di gabinetto. Nella stessa giornata a Messina, si punta a sensibilizzare ed educare ai temi dell’antimafia sociale, per ricordare personalità emblematiche ed uccise sotto l’efferata mano della mafia.

“Queste iniziative – ha evidenziato l’assessore Alagna – rientrano in un percorso formativo e di sensibilizzazione promosso dall’Amministrazione comunale in occasione del quarantesimo anniversario della morte dell’attivista originario di Cinisi, che si celebrerà il prossimo 9 maggio”.

Il programma prevede alle ore 10, all’Auditorium del Palazzo della Cultura “Antonello da Messina”, un incontro con Giovanni Impastato, fratello di Peppino e attivista antimafia di lungo corso, organizzato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione, al quale prenderanno parte numerose scuole della città. Nel corso della manifestazione, alla presenza del sindaco, Renato Accorinti; dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Federico Alagna; e delle associazioni antimafia cittadine; gli studenti avranno modo di conoscere la storia di Peppino Impastato e del movimento antimafia, di porre domande e sviluppare approfondimenti, al fine di comprendere l’estrema attualità di questa lotta e del suo legame con i diritti sanciti dalla costituzione, con l’antifascismo e la giustizia sociale. L’incontro è aperto anche alla cittadinanza, fino ad esaurimento dei posti, dando opportuna precedenza alle istituzioni scolastiche. Per l’occasione sarà inoltre allestita nel foyer del Palazzo della Cultura una mostra fotografica dedicata alla vita di Peppino.

Condividi