Viale Giostra e Scala Ritiro, la patria del degrado

Illuminazione pubblica pressoché inesistente, scolo per le acque piovane bloccato ed erbacce che crescono indisturbate. La situazione sul viale Giostra alto, all’altezza di Scala Ritiro.

Non è delle più semplici, anzi da parecchio tempo gli abitanti del luogo denunciano uno stato di totale abbandono da parte delle istituzioni. A spiegare la mole di problemi dell’intero rione è l’abitante del luogo, Carmelo Ruzzo: “La situazione qui purtroppo è molto grave, scendendo poco più giù della sede dell’Amam l’illuminazione pubblica la sera è praticamente inesistente, vi sono lampade che devono essere sostituite da almeno 3 anni. Questo provoca gravi disagi, perché la notte possono aumentare gli incidenti, e noi sappiamo quanto siano frequenti, per non parlare dell’aspetto legato al degrado sociale. Insomma il quadro non è affatto positivo”.

Ma a sentire il signor Ruzzo i problemi non sono finiti: “Gli scoli per le acque piovane non vengono puliti da non so quanto tempo, al loro interno vi sono carte di ogni genere, ciò comporta che quando piove l’acqua scorre e si accumula, pochi giorni fa abbiamo avuto l’ultimo esempio, l’intera zona di è letteralmente allagata. Anche le erbacce nella rotonda sono cresciute a dismisura, vengono tagliate forse una volta l’anno. Con l’inizio del caldo inizieranno a  vedersi insetti e parassiti di ogni genere, mi domando come si possa giocare con la salute di 500 famiglie in questo modo”.

Condividi