Servizio pulizia, il Comune non paga le fatture e i lavoratori sono senza stipendio

Un film già visto, il Comune non salda le fatture delle cooperative che offrono un servizio, così non possono essere pagati i lavoratori che invece svolgono giornalmente il proprio compito. Uno scenario che tante volte si è verificato nell’ambito dei servizi sociali, ma che questa volta riguardano gli 80 lavoratori del servizio di pulizia di molti enti, tra cui Palazzo Zanca, il Tribunale e l’Università di Messina. I problemi però nascono dal momento in cui il Comune non salda le fatture già inviate dalla cooperativa, così niente stipendio di gennaio.

Questa c’è stato un sit-in da parte dei lavoratori guidati dalla Filcams Cgil: “Questi lavoratori aspettano ancora lo stipendio di gennaio – ha commentato il segretario generale, Francesco Lucchesi – il Comune non ha pagato la fattura al consorzio a cui è associata la ditta. Il consorzio in questione è Manital, che già a livello nazionale non sta attraversando un grande momento. Purtroppo il prezzo più alto lo stanno pagando i lavoratori, gli enti non pagano le fatture al consorzio, il consorzio non manda i soldi alla cooperativa e quindi non possono essere pagati gli stipendi”.

E dire che questi lavoratori offrono un servizio importante per l’igiene pubblica: “Mantengono puliti gli uffici per Tribunale, del Giudice di Pace e molti altri enti. L’università è più celere e puntuale nei pagamenti, da quello che ci è stato riferito Palazzo Zanca e Tribunale non hanno pagato delle fatture che sarebbero già scadute”.

Condividi




Change privacy settings