Variante al Prg, Rella: No a tavolo tecnico proposto da La Cava. Delibera trattata in più riprese

L’assessore alle Politiche del Territorio Sergio De Cola reputa necessaria la nomina di un commissario ad acta per l’esame della variante al Piano Regolatore Generale con esplicita richiesta all’assessorato Ambiente e Territorio, giustificandola con la seduta di Consiglio comunale dello scorso 30 gennaio ‘andata a vuoto” su questo tema.

Il presidente della IV Commissione consiliare, Maurizio Rella, precisa che, in occasione di quell’incontro, in cui i possibili effetti derivanti dall’adozione della delibera di Variante di salvaguardia al Prg andavano discussi relativamente ai permessi di costruire”, su proposta del collega Salvatore Serra, aveva già espresso le sue remore sull’eccessiva dilatazione nel tempo di questi lavori. Ad essere invitati alla seduta sempre l’assessore De Cola e il dirigente Schiera. Rella negli stessi frangenti aveva posto un veto al Consigliere La Cava di formalizzazione di una richiesta alla Presidenza di istituire un tavolo tecnico composto da Amministrazione, Consiglieri e ordini professionali “con la speranza di poter portare la delibera in aula in un massimo di cinque sedute”. La posizione della Presidenza si era fondata proprio sulle numerose sedute svolte dalla Commissione sull’o.d.g. con la presenza a più riprese dell’Assessore, dei Dirigenti e in qualche seduta, degli ordini professionali.

Condividi




Change privacy settings