Aree Stazioni Centrale e Marittima e Polo Intermodale mobilitĂ , Accorinti e Cacciola limano progetto a Roma

E’ una certezza che le aree delle Stazioni Centrale e Marittima debbano essere riqualificate integrando un Polo Intermodale di mobilitĂ  da costruire ed organizzare, capace di collegare i vari vettori di trasporto pubblico cittadino. Il secondo incontro tra il Comune di Messina e la Struttura di Pianificazione Strategica di RFI si è svolto ieri – martedì 6, nella sede storica di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) in piazza della Croce Rossa a Roma, per definire il progetto di realizzazione.

Nella doppia veste di assessore alla mobilità e ai progetti PON METRO, il vicesindaco, Gaetano Cacciola, ha organizzato l’incontro con il direttore della pianificazione strategica di RFI, Gianfranco Pignatone, per avviare un percorso tecnico tra il dipartimento mobilità del comune, rappresentato dal dirigente, Mario Pizzino, e le strutture di pianificazione e progettazione di RFI che porti alla definizione dello studio di fattibilità del progetto di intermodalità e riqualificazione di una fra le aree più importanti della città. All’incontro, a cui ha partecipato anche il sindaco, Renato Accorinti, RFI è intervenuta con una rappresentanza tecnica numerosa e qualificata, guidata dall’arch. Sara Venturoni della Direzione Stazioni Rfi. Nel corso della riunione sono stati definiti gli obiettivi del progetto e condivise le idee progettuali proposte dal Comune. In un’atmosfera di forte collaborazione e condivisione, sono state approfondite le tematiche tecniche relative alle potenzialità di fruizione dell’intera area e all’individuazione dei percorsi pedonali protetti che consentano di collegare, oltre le due stazioni anche il parcheggio Cavallotti, e la stazione bus extraurbani in fase di realizzazione sul cavalcavia, tra la via La Farina e la zona Falcata. Il prossimo incontro si terrà a Messina all’inizio di Marzo e servirà a definire e distinguere, all’interno di un unico progetto condiviso, le aree di intervento su cui Rfi investirà i 7 milioni di euro disponibili e il Comune metterà a disposizione i 4,7 milioni del PON METRO.

Condividi




Change privacy settings