Guasto cavo alta tensione Faro Superiore: Cercasi indennizzo per tabaccaio. Lavori per 30 giorni dopo mesi per traliccio

Sembra assurdo ma, appena ultimati, i lavori di posa del cavo dell’alta tensione a Faro Superiore e relativo traliccio della società Terna hanno creato immediatamente uno scompenso elettrico nella zona. Gli stessi operai di Terna che sono stati impiegati per diversi mesi lungo la via Messina che collega la Panoramica dello Stretto al villaggio Faro Superiore dovranno intervenire per un ulteriore mese, a partire da ieri, per rimediare a un guasto ritenuto urgente. A risvegliare l’ansia e la preoccupazione degli abitanti del comprensorio è il consigliere della VI Municipalità, Massimo Costanzo che puntualizza come successivamente Terna si è trattenuta per ripristinare l’intera sede stradale con lavori di scarifica e bitumazione, senza tralasciare i notevoli disagi che la popolazione ha dovuto subìre.

In merito all’ordinanza del Dipartimento Mobilità Urbana n° 7097 del 10/01/2018, che prevede i lavori di riparazione guasto dal 16/01/2018 al 16/02/2018, Costanzo nelle more chiede al Commissario della Città Metropolitana di Messina Calanna, all’Assessore comunale ai Lavori Pubblici De Cola, al Responsabile di Terna Rete Italia s.p.a., al Presidente della VI municipalità Laganà che le intere porzioni di asfalto asportate vengano sistemate come in origine. Ancora pensa alla sorta di isolamento che si viene a formare intorno al negozio tabacchi sito in piazza San Rocco, dove è stato istituito il divieto di sosta 0-24 per le fasi di scavo con rimozione coatta e chiede se al titolare si possa corrispondere un indennizzo che compensi l’inevitabile calo di clientela, indipendente dalla sua volontà.

Non va trascurato il particolare che, nello stesso punto, era stato giĂ  accordato il divieto di sosta per i lavori iniziali di posa e che la stessa tabaccheria, anche in quel caso, aveva dovuto affrontare un brusco abbattimento delle vendite.

 

Condividi




Change privacy settings