Scuola Pascoli, domani si decide per la ritinteggiatura

Non si vede proprio la luce in fondo al tunnel che dovrebbe portare alla riapertura della scuola elementare Pascoli-Crispi, a quasi una settimana dal rinvenimento di polveri nere nella zona del primo piano. Il Comune è subito corso ai ripari, una ditta privata ha ultimato gli interventi di pulizia già nella giornata di sabato, ma questo non sembra ancora bastare per riaprire la scuola.

Questa mattina c’è stato l’ennesimo sopralluogo, ma adesso si sta valutando la possibilità di effettuare un intervento di ritinteggiatura di alcune zone dell’immobile. Il 4 dicembre scorso una fotocopiatrice ha preso fuoco, rendendo necessari alcuni interventi che sono stati effettuati anche durante i giorni delle festività natalizie. La scuola è stata chiusa per riaprire i battenti giorno 8 gennaio, dopo che tutti i pareri tecnici avevano scongiurato ulteriori rischi per i bambini.

Martedì scorso, però, nella zona del primo piano sono state rinvenute delle polveri nere, residui dell’incendio, così la dirigente scolastica, Giuseppina Broccio, ha chiuso i cancelli dell’istituto, così i piccoli alunni fanno attualmente lezione alla Boer durante le ore pomeridiane. Domani ci sarà l’ennesimo sopralluogo, l’ultima parola spetta al Dipartimento Manutenzione Immobili Comunali, ma se saranno necessari ulteriori interventi di ritinteggiatura, i tempi per la riapertura del plesso potrebbero dilatarsi. Una volta svolti questi interventi, il definitivo via libera per la riapertura dei cancelli spetterà comunque all’Asp.

Condividi




Change privacy settings