Edificio settecentesco distrutto in pieno giorno, De Cola: Da punire gesto arrogante compiuto da privati

Uno smantellamento in pieno giorno di un bene architettonico della cittĂ  è stata fermata solo per caso fortuito. L’edificio settecentesco del quartiere Avignone abbattuto in via degli Orti dovrebbe far posto ad un grattacielo ma l’Amministrazione Comunale rende noto che: “In base a quanto verificato, nessun provvedimento è stato emesso dai Dipartimenti del Comune per autorizzare la demolizione dell’edificio storico del quartiere Avignone, uno degli ultimi brani di storia della cittĂ  di Messina. E’ con tristezza, sgomento e rabbia che la cittĂ  ha assistito incredula al gesto arrogante compiuto ieri e reiterato questa mattina da parte di soggetti privati che hanno avviato senza alcuna autorizzazione una demolizione, interrotta dalle proteste dei cittadini e dall’arrivo della sezione Tutela del territorio della Polizia Municipale, intervenuta a seguito di varie segnalazioni”.

“Non c’è alcun motivo per continuare a sventrare la cittĂ  per realizzare edifici di cui non c’è alcun bisogno perchĂ© Messina ha giĂ  oggi un numero di vani superiore a quelli necessari – continua -. Bisogna invece recuperare e valorizzare quanto c’è in cittĂ , soprattutto quando si tratta delle ultime testimonianze della nostra storia che i terremoti prima e la guerra poi, hanno quasi completamente cancellato. L’Amministrazione sta effettuando degli approfondimenti e si riserva di avviare azioni a carico di chi ha realizzato questa distruzione”.

Condividi




Change privacy settings