Contributo di 400mila euro per Teatro Vittorio Emanuele. Palazzo Zanca promette a Palermo pure davanti a consiglieri

Avrebbe dovuto incamerare un doppio impegno economico: il contributo del Fondo Unico per lo Spettacolo arricchito di un’integrazione straordinaria per adeguarsi a Catania e al capoluogo siciliano e la somma che Palazzo Zanca avrebbe dovuto versare da quattro anni a questa parte. La riunione prevista oggi a Palermo con l’assessore Sandro Pappalardo per l’Ente Teatro peloritano ha in sostanza tirato fuori la promessa ufficiale da parte del Management municipale, presente con il Sindaco e l’assessore al ramo, di erogare il budget spettante alla struttura “Vittorio Emanuele” quantificata in 400 mila euro, ovvero 100mila euro per ogni anno arretrato. Una partita quindi è vinta, per l’altra si deve scovate il capitolo giusto di spesa. A puntare i riflettori su questa mancata corresponsione sono stati proprio alcuni consiglieri comunali che, oltre a voler partecipare alla riunione odierna, hanno fornito un contributo prezioso anche nell’ultima conferenza stampa.

“Ognuno di noi ha dato il proprio – affermano in gruppo trasversale i rappresentanti dell’Aula consiliare, recatisi oggi tra le mura dell’assessorato regionale, Piero Adamo in qualitĂ  di Presidente della Commissione Cultura, Daniela Faranda, Pippo Trischitta e Franco Mondello.

“Soddisfacente incontro alla presenza dei sindacati per il futuro del Vittorio Emanuele” – sottolineano.

Condividi




Change privacy settings