Onorificenze Coni, la consegna sabato 23 a Palazzo Zanca per premiare sport italiano

Redazione1

Onorificenze Coni, la consegna sabato 23 a Palazzo Zanca per premiare sport italiano

giovedì 21 Dicembre 2017 - 15:41
Onorificenze Coni, la consegna sabato 23 a Palazzo Zanca per premiare sport italiano

È la massima emanazione dei Collari d’Oro. Le benemerenze sportive servono a ricordare i meriti atletici ma anche gli sforzi che si praticano tutti i giorni per portare avanti una passione, si pensi al Team Nibali del ciclismo. Questi sono i riconoscimenti CONI del 2016 che verranno consegnati sabato 23 dicembre alle ore 11, a Palazzo Zanca, nel Salone delle Bandiere, in un mega evento con cadenza annuale. I personaggi dello sport che si sono particolarmente distinti per i risultati agonistici ottenuti o per la longevità della loro attività nel territorio provinciale vengono segnalati entro l’anno successivo.

La commissione CONI è stata nominata ieri per le scelte del 2018 che si riferiscono al 2017 e la cui candidatura-segnalazione deve essere depositata entro il prossimo febbraio. 

Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano con le onorificenze annuali vuole premiare atleti, dirigenti, tecnici e società che, per l’attività svolta, abbiano dato lustro allo sport italiano.

Quelle che saranno consegnate sabato sono Stelle al Merito Sportivo (società o personaggi che si siano distinti nella promozione dello sport), Medaglie al Valore Atletico (per i risultati ottenuti dagli atleti) e le Palme al Merito Tecnico (per gli allenatori). Ognuno di questi riconoscimenti, in base al valore della motivazione, può essere d’oro, d’argento o di bronzo.

E’ La Giunta Nazionale del CONI a conferire le Onorificenze sportive su proposta della Commissione Benemerenze Sportive, che valuta le proposte avanzate dai soggetti abilitati alla presentazione delle candidature ed all’invio delle segnalazioni per l’assegnazione delle Onorificenze e formulare le relative proposte di conferimento.

Saranno consegnate dodici onorificenze in riferimento all’anno 2016:

1 Stella d’Oro al merito sportivo (Judo Club Yama Arashi di Messina)

1 Stella d’Argento al merito sportivo (Judo Club Provinciale Messina)

2 Stelle di Bronzo al merito sportivo (Tisandros – società di canottaggio di Giardini Naxos e Candeloro Genovese – dirigente Esperia Pallamano Capo d’Orlando)

1 Palma di Bronzo al merito tecnico (Giuseppe Locandro- tecnico Atletica leggera)

7 Medaglie di Bronzo al Valore Atletico: Emanuela Barillà (tiro a volo), Salvatore Bavusotto ( apnea), Simona Cascio (Basket), Michele Maijnelli (dama), Elios Manzi (judo), Mattia Miraglia ( pesistica), Norma Murabito (canoa)

Sarà anche l’occasione per consegnare una serie di riconoscimenti ad altri sportivi messinesi segnalati dalla Delegazione provinciale e per presentare una serie di progetti attivati dal Coni in questi mesi.

Ecco i nomi dei premiati:

EMANUELA BARILLA’ – Medaglia di Bronzo

Tiro a volo, specialità elica. La ladies di Spartà ha vinto a ottobre scorso il mondiale a squadre e il bronzo individuale a Dallas. Aveva già vinto il bronzo in Egitto nel 2016. In Italia è due volte vice campionessa italiana. Spara nella disciplina elica solo da due anni.

SALVATORE BAVUSOTTO – Medaglia di Bronzo

Apneista del Dugongo Team, fa parte della nazionale d’apnea.

E’ campione italiano ’17 in profondità assetto costante con pinne ed è stato quinto ai mondiali 2016 in Turchia in apnea profonda in assetto costante

SIMONA CASCIO – Medaglia di Bronzo

Cestista- del S. Matteo e ora del Cus Unime con cui gioca in serie B. Fa parte della Nazionale di Pallacanestro Femminile Sorde fondata nel 2011, e subito ha partecipato al mondiale di Palermo. D quel momento in poi sono arrivati altri due europei e un altro mondiale. Alla competizione iridata di Taiwan chiude quinta, a Salonicco, nella rassegna continentale, arriva la medaglia di bronzo, bissata quest’estate ai Deaflympics svoltesi a Samsun Turchia.

MICHELE MAIJNELLI – Medaglia di Bronzo

Damista, 46 anni,  figlio d’arte, del Maestro Antonino (3 volte campione italiano). Buon conoscitore delle aperture e soprattutto forte finalista.

Nel suo palmares fra l’altro: 1 campionato italiano lampo (2014);

4 coppe Italia (2011, 2012, 2015, 2017); 2 campionato italiano a coppie ; 1 campionato italiano a squadre (2016).

ELIOS MANZI – Medaglia di bronzo

Judoka -Olimpionico a Rio de Janeiro nel 2016, anno in cui è arrivato terzo ai campionati europei a Kazan. Quest’anno è arrivato secondo all’European Open ed è uscito al secondo turno dal mondiale di Budapest. Ha già vinto due campionati italiani assoluti. Ha soli 21 anni e lo ha fatto quando ne aveva solo 19.

MATTIA MIRAGLIA  – Medaglia di Bronzo

Pesista – 23 anni di Santo Stefano Camastra . Tra i 2011 e il 2012 diventa campione italiano, europeo e mondiale di Powerlifting under 18.

Dal 2013 è stato 4 volte campione italiano Distensione su Panca della  Federazione pesistica. Ma è anche  Campione del mondo di Distensione su panca del 2014 e di  Powerlifting nel 2015

NORMA MURABITO – Medaglia di bronzo

Canoista sprinter delle Fiamme azzurre. Ha partecipato ai giochi olimpici di Londra e a cinque mondiali e sei europei. Ha vinto oltre 30 campionati italiani. Ottiene la medaglia di bronzo per i successi tricolori nel 2016 nel k2 200. K4 200 e k4 500

GIUSEPPE LOCANDRO – Palma di Bronzo al merito tecnico

Allenatore atletica leggera da 41 anni- Dal 1995 opera all’Atletica Villafranca e supporta il gruppo tecnico dell’ITT Majorana di Milazzo, oltre che varie società messinesi per il settore lanci. Partecipa alle attività del settore tecnico regionale della Fidal e ora è anche consigliere regionale della Fidal.

CANDELORO GENOVESE – Stella bronzo dirigenti

E’ lo storico dirigente dell’Esperia Orlandina di pallamano. Ha iniziato nel 1995. Con la sua squadra ha disputato 4 campionati di A2 maschile dopo la promozione del 2011  che fa seguito a quella del 2007

TISANDROS – Stella bronzo società

La Tisandros è nata 26 anni fa a Giardini Naxos. Si occupava di Palla Tamburello e Cricket, poi è passata con grandi fortune a Canoa, Canottaggio e Badminton.

I suoi atleti hanno portato in bacheca un Campionato Italiano a Naro (AG), quaranta titoli regionali nella categoria.

Quest’anno i migliori risultati sono il quinto posto ai campionati Italiani assoluti di fondo disputati a Castelgandolfo, negli anni precedenti aveva Ottenuto 7 titoli italiani nella categoria canoa giovani a Firenze. Ha mandato sette atleti in nazionale e alcuni di loro hanno partecipato  a mondiali e europei.  Ogni anno organizza il Trofeo Tisandros Canoa Giovani Regionale a Giardini Naxos con una partecipazione di 130 atleti provenienti da tutta le regioni d’Italia, la Marathon Naxos di atletica leggera, il triathlon “Trofeo Tisandros”, e il Campionato Siciliano di Canottaggio.

JUDO CLUB PROVINCIALE- stella d’argento società

E’ stata fondata nel 1979 ed è stata presieduta fino al 1993 da Giuseppe Mendolia dal 1979 al 1993 e da 21 anni è guidata da Carmelo Mendolia.

In questi 38 anni ha ottenuto 1 titolo di campione italiano assoluto con Orazio D’Allura, categoria Kg. 66, oggi in forza alle FIAMME GIALLE. 9 titoli di Campione d’Italia, 40  Medaglie alle finali dei Campionati Italiani, 3 medaglie d’oro alle finali di Coppa Italia. La società è stata già insignita con la Stella di Bronzo del Coni nel 2012. Carmelo Mendolia, è maestro con grado di Cintura nera 5° Dan,  ed e’ delegato provinciale della FIJLKAM MESSINA dal 2013

JUDO CLUB YAMA ARASHI Stella d’Oro società

Fondata il primo gennaio del 1965, 52 anni fa, e solo l’anno scorso il suo presidente il maestro  Gaetano Minissale, era stato premiato dal Presidente regionale del Coni, Sergio D’Antoni, con la consegna della Stella d’Oro al merito sportivo in qualità di Dirigente.

Adesso il massimo riconoscimento tocca alla scuola, alla bandiera della società del maestro, che da anni sforna talenti in grado di primeggiare in Italia e nel mondo.

Gli allievi della società, in mezzo secolo hanno conquistato: 54 medaglie d’oro, 40 d’argento e 77 di bronzo ai campionati italiani, 9 primi posti in Coppa Italia, 6 ori ai campionati universitari e 5 al torneo delle regioni.

Foto Rocco Papandrea