Acr, Natale fuori dalla zona playout

L’ultima partita dell’anno, nonché ultima del girone di andata del campionato di Serie D 2017-18, finalmente consente al Messina di mettere il naso fuori dalla zona playout. Nonostante gli svariati “17” che aleggiavano sulla giornata di ieri e che avranno sicuramente fatto temere i più superstiziosi, i ragazzi guidati da Modica sono riusciti ad avere la meglio su un’Isola Capo Rizzuto sempre più fanalino di coda. I calabresi hanno resistito per più di mezz’ora, ma dopo il gol di Yeboah si sono sfaldati e, solo nella ripresa, hanno dato prova della loro presenza sfiorando il pari.

I biancoscudati, invece, continuano a convivere con i problemi stranoti di questa prima metà di stagione: la sofferenza sulle palle inattive sembra impossibile da smaltire, anche se stavolta perlomeno non sono stati subiti gol; il poco cinismo sotto porta ha rischiato di compromettere i tre punti per l’ennesima volta; l’estremo difensore non ha trasmesso grande sicurezza neanche in questa occasione. Insomma, tutti limiti che fino a quando si vince 3-0 possono anche essere presi in considerazione relativamente, mentre facendo un bilancio di questi quattro mesi le cose cambiano, e non poco.

Il mercato ha tolto a Modica diversi elementi, Maiorano probabilmente il pezzo più pregiato, ma al contempo ha portato David Yeboah. L’attaccante ghanese, all’esordio davanti ai tifosi biancoscudati, ha prima colpito un incrocio dal limite dell’area e poi ha potuto festeggiare il primo gol con la nuova maglia. In attesa di possibili sviluppi di mercato a partire dal mese di gennaio, quando aprirà la sessione per i campionati professionistici, il Messina può godersi la sua nuova punta. Yeboah, il ritrovato Ragosta, il sempre più decisivo Rosafio, il recupero di Bruno, la crescita di Lia: da qui deve ripartire la società del presidente Sciotto, che andrà comunque completata con l’inserimento di qualche under.

La vittoria lascia al gruppo la possibilitĂ  di recuperare energie fisiche e mentali necessarie ad affrontare il girone di ritorno nel migliore dei modi. A mister Modica, invece, toccherĂ  il compito di guidare la squadra lungo il percorso di crescita, che dovrĂ  ripartire proprio dal primo match del 2018: domenica 7 gennaio al Franco Scoglio arriva il Portici.

Condividi