Rifiuti elettrici ed elettronici, aumentare raccolta aiuta economia. Il come il 4 dicembre al Municipio

Le apparecchiature elettriche ed elettroniche, per la loro alta capacitĂ  inquinante, devono essere recuperate diversamente nel ciclo di raccolta e smaltimento. Gestire questo meccanismo diventa anche una rilevante fonte prodotti di scarto.

Le corrette strategie di gestione e modalitĂ  di incremento e miglioramento possono essere individuate in base alle specificitĂ  delle localitĂ  in cui si opera.

Lunedì, 4 dicembre, dalle ore 11 alle 13, nella Sala Ovale di Palazzo Zanca, alla presenza dell’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, si terrà un incontro promosso da Anci (Associazione nazionale dei Comuni Italiani) e dal Centro di coordinamento RAEE, diretto alla discussione sulla qualità di raccolta in queste campo dei cosiddetti Raee. All’iniziativa, che coinvolgerà 140 Comuni italiani e le aziende più rilevanti sul territorio di gestione della raccolta e distribuzione di AEE (Apparecchi Elettrici ed Elettronici), sono stati invitati a partecipare le associazioni di categoria; le aziende distribuzione, installazione, riparazione AEE; MessinAmbiente Spa e MessinaServizi Bene Comune.

La riunione punterà al miglioramento della raccolta dei Raee finalizzata al raggiungimento dell’obiettivo stabilita dalla Direttiva 2012/19/UE del Parlamento e del Consiglio europei, secondo cui dal 2019 il tasso minimo di raccolta da conseguire ogni anno è pari al 65% del peso medio delle AEE immesse sul mercato nello Stato membro. L’incontro approfondirà le regole del sistema e le semplificazioni gestionali derivanti dallʼaccordo di programma, individuerà le aree per il miglioramento della raccolta con il coinvolgimento dei soggetti addetti alla distribuzione. Saranno infine indicate le responsabilità dei sottoscrittori nella gestione dei Raee, allo scopo di eludere azioni inidonee.

Condividi