Tentata estorsione, 37enne finisce in manette

Estorsione aggravata dal metodo mafioso. E’ il motivo per il quale è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Vincenzo Astuto, messinese di 37 anni giĂ  noto alle forze dell’odine ritenuto responsabile di aver tentato d’imporre il pizzo ad un commerciante della zona sud.

I fatti risalgono allo scorso agosto, quando Astuto, già condannato in passato per 416 bis e coinvolto nella nota operazione “Case basse” che nel luglio del 2008 ha portato dietro le sbarre 27 persone accusate di associazione mafiosa, avrebbe minacciato il commerciante in questione prospettandogli pesanti ritorsioni in caso si fosse rifiutato di pagare una somma mensile di 500 euro.

Condividi