Distaccamento Nord Vigili del Fuoco, Russo: Se va spostato, Accorinti riveli quale immobile sia idoneo

Il Distaccamento Nord dei Vigili del Fuoco, sito nell’edificio dell’ex ospedale Regina Margherita che è stato concesso dall’Asp al Comando Provinciale di salvaguardia in comodato d’uso gratuito il 20 luglio del 2001, deve traslocare. E’ notizia ormai ufficiale, comunicata dall’ultimo assessore ai Beni Culturali Carlo Vermiglio, in funzione della creazione di un secondo Polo culturale di grossa rilevanza, in cui racchiudere gli uffici della Sovrintendenza ed annesso al Museo Regionale. Peccato che la sistemazione a portata di mano manchi. La consigliera comunale Antonella Russo interroga il Primo Cittadino Renato Accorinti e l’assessore alla Protezione Civile Sebastiano Pino sulla questione. La procedura di passaggio dello stabile dalla disponibilità dell’Asp ai Beni culturali è stata già avviata.       

“Anche alla luce del recente provvedimento della Città Metropolitana di Messina che ha dichiarato di non possedere immobili idonei allo scopo, sono state attuate dal sindaco di Messina delle iniziative per confermare l’allocazione del distaccamento dei Vigili del Fuoco nei locali ove sono attualmente ospitati o di trovare altra collocazione idonea ad un adeguato svolgimento delle loro funzioni d’emergenza?”

“Se sì, di quali locali si tratta ed in che attuali condizioni si trovano vista l’imminente necessità del paventato trasferimento?”.

“E’ intenzione del sindaco di Messina, anche nella sua qualità di massima autorità sanitaria cittadina, che si esplica anche con tutela materiale preventiva rispetto a possibili eventi calamitosi, attuare un tavolo tecnico con chi, unitamente a Palazzo Zanca, può contribuire alla soluzione di tale grave problematica (Demanio, Città metropolitana, assessorato regionale ai Beni culturali, Ministero ecc.) o adottare eventuale altra iniziativa rivolta a scongiurare la soppressione di questo distaccamento?”.

Condividi