Messina-Igea Virtus: le ultime e le probabili formazioni

A vent’anni di distanza dall’ultimo incontro, Messina ed Igea Virtus si ritroveranno di fronte nel match valido per l’undicesima giornata del campionato di Serie D 2017-18. Dal 2-1 per il Messina della prima sfida, risalente alla Serie C 1947-48, al 2-1 per i biancoscudati di cinquant’anni dopo nella Serie D 1997-98, che a fine stagione vedrà la squadra del presidente Aliotta al primo posto e promossa in Serie C2, sono ben tredici i precedenti in campionato tra le due squadre: il bilancio pende decisamente a favore dei padroni di casa, che hanno conquistato l’intera posta in palio per 9 volte (10 contando anche il 2-1 nel precedente di Coppa Italia di Serie C 2000-01, deciso da una doppietta di Vittorio Torino) contro le 3 degli ospiti, mentre il pareggio al termine dei novanta minuti si è registrato in una sola occasione.

L’Igea Virtus di mister Giuseppe Raffaele attualmente si trova al quinto posto in classifica a quota 18 punti, distante sole cinque lunghezze dalla capolista Troina. Un ottimo avvio per i giallorossi, che finora sono stati battuti solo da avversari che stanno davanti in graduatoria, l’Acireale e lo stesso Troina. Entrambe le sconfitte sono maturate in trasferta, dove l’Igea fa più fatica rispetto ai match giocati al D’Alcontres: infatti, se in casa il bilancio è di 13 punti in cinque gare, invece in trasferta sono solo 5 i punti conquistati in altrettante gare. Per il match di domani mister Raffaele dovrebbe riproporre uno schieramento molto simile a quello che ha battuto 3-0 la Gelbison, reduce da un filotto di cinque risultati utili. In porta ci sarà Ingrassia, davanti al quale dovrebbero trovare posto Ferrante sulla destra, Fontana e Dall’Oglio al centro ed uno tra Cuzzilla (1998) e D’Antonio (1998) a sinistra. A centrocampo, con Francesco Pitarresi e Giovanni Biondo, dovrebbe esserci spazio per il classe ’99 Kevin Biondi. Nel tridente offensivo largo a Fioretti, Kacorri (1998) e Merkaj (1997). Pronto a subentrare dalla panchina Santino Biondo, cresciuto nel settore giovanile dell’Fc Messina ed in prima squadra negli anni di quarta serie antecedenti alla presidenza Lo Monaco.

In casa Messina, invece, settimana di novità: dopo la prima vittoria stagionale, ecco che arriva (finalmente!) anche la concessione dell’agibilità stagionale del Franco Scoglio. La Commissione provinciale di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli ha stabilito una capienza massima di 3.000 spettatori: 2.000 in Curva Sud, 750 in Tribuna centrale e 250 nel settore ospiti. Al tempo stesso si allungano i tempi per la riapertura del Celeste, ad inizio stagione annunciata per novembre. La Commissione, infatti, richiede la documentazione tecnica completa prima di esprimere il proprio parere e passare ad eventuale sopralluogo: pertanto è verosimile che passi ancora diverso tempo prima che i tifosi possano nuovamente fruire dell’impianto di Via Oreto. Mister Modica, che ha ribadito la propria soddisfazione per la reazione della squadra alla situazione di svantaggio nella gara contro il Palazzolo, ha esortato l’ambiente a non gioire più di tanto per la vittoria, che al momento deve solo rappresentare un punto di partenza per proseguire su livelli opposti a quelli delle prime nove giornate. Domani saranno ancora indisponibili Prisco, Cassaro, Tricamo, Carini e Dezai, mentre Polito torna tra i convocati dopo aver scontato il turno di squalifica in seguito all’espulsione contro la Vibonese. In porta si va verso la conferma di Meo (2000), reduce da una buona prova allo Scrofani-Salustro. Nella linea difensiva Polito (1999) ritroverà posto sulla destra con Cozzolino (1998) dall’altro lato e Bruno e Manetta, attualmente in vantaggio su Colombini, al centro. A metà campo in cabina di regia ci sarà Migliorini, che verrà affiancato da Lavrendi e Maiorano. Nel tridente offensivo reclama spazio il match winner del turno infrasettimanale Mascari (1999), che si alternerà con Rosafio tra il centro dell’attacco e la corsia di destra, mentre sulla sinistra Lia (1997) parte in vantaggio sul recuperato Bonadio (1997) e su Ragosta.

MESSINA (4-3-3): Meo (2000); Polito (1999), Bruno, Manetta, Cozzolino (1998); Maiorano, Migliorini, Lavrendi; Rosafio, Mascari (1999), Lia (1997).

IGEA VIRTUS (4-3-3): Ingrassia; Ferrante, Fontana, Dall’Oglio, D’Antonio (1998); Pitarresi, G. Biondo, Biondi (1999); Kacorri (1998), Fioretti, Merkaj (1997).

Condividi




Un pensiero riguardo “Messina-Igea Virtus: le ultime e le probabili formazioni

I commenti sono chiusi

Change privacy settings