Acr in scena a Palazzolo nel turno infrasettimanale. Out Prisco e Polito

Pochi giorni dopo la disfatta casalinga contro la Vibonese, il Messina torna in campo a Palazzolo per il match contro i padroni di casa, valido per la decima giornata del Campionato di Serie D. Sono quattro i precedenti tra le due squadre nel siracusano: i primi due si sono chiusi entrambi sul 2-1 per i gialloverdi (Serie D 2008-09 e Serie D 2009-10); nella stagione 2011-12, ancora in Serie D, il gol di Giorgio Corona fu pareggiato dall’ex Messina Panatteri; infine, nel campionato della promozione in Lega Pro targata Lo Monaco-Catalano (2012-13) i biancoscudati vinsero 3-0 grazie ad una doppietta di Corona inframezzata da un gol di Cocuzza.

Il Palazzolo, al nono posto con 13 punti, tra le mura amiche ha vinto due volte e perso in altrettante occasioni. A disposizione di mister Giuseppe Strano ci sono alcuni elementi che hanno un certo legame con il Messina: il primo è Gabriele Ferla, portiere classe ’87 cresciuto a Messina nel periodo della permanenza in massima serie dei biancoscudati; il secondo è l’attaccante Antonio Cannavò, nato proprio a Messina nel 1992. Fa parte del reparto offensivo dei gialloverdi anche Christian Tiboni, che vanta esperienze con Atalanta, Udinese, Verona, Ascoli e Cska Sofia. Strano dovrebbe continuare ad affidare la difesa della porta a Ferla, che presumibilmente verrà protetto da una linea difensiva a quattro con Boncaldo (1999) e Carpinteri (1997) sulle corsie esterne e Lomasto e Caradolfo (1999) al centro. A centrocampo Grasso, Filicetti, Palmisano (1997), Fichera (1997) e Doda (1999) si giocano le 3 maglie a disposizione. In avanti Porto (1997) e Riela (1998) potrebbero supportare la punta centrale Tiboni.

In casa Messina mister Modica auspica una reazione dei suoi calciatori, ancora alla ricerca della prima affermazione stagionale. Per raggiungere l’obiettivo il tecnico non ha escluso un possibile ricorso al turnover, soprattutto alla luce del fatto che il Messina sarà impegnato anche domenica, al Franco Scoglio contro l’Igea Virtus, che sarà il terzo impegno in 8 giorni per i biancoscudati. A Palazzolo saranno ancora assenti per problemi fisici Prisco (1997), Cassaro, Tricamo, Bonadio (1997) e Carini (1999). L’assenza più pesante però sarà quella di Polito (1999), espulso contro la Vibonese e squalificato per un turno, perché riduce le possibilità per adempiere alla regola degli under. Anche per questo motivo, dopo il tesseramento del centrocampista Fofana (1998) della settimana scorsa, è arrivato anche quello di Doukourè, attaccante classe 1999. In porta Gagliardini rischia il posto, sia per la brutta prestazione di domenica che per la necessità di Modica di ricorrere ad un under in più rispetto al solito: così Meo (2000) conserva qualche chance di esordire in prima squadra. In difesa è praticamente certo il ritorno di Bruno al centro della retroguardia: accanto a lui spazio ad uno tra Manetta, Bucca (1998) e Colombini, mentre le fasce saranno presidiate da Cozzolino (1998) e Lia (1997). A centrocampo Pezzella potrebbe sostituire Maiorano e posizionarsi accanto a Migliorini e Lavrendi. In avanti conferma per Mascari (1999) al centro del tridente con Rosafio e Ragosta sulle corsie esterne.

PALAZZOLO (4-3-3): Ferla; Boncaldo (1999), Lomasto, Caradolfo (1999), Carpinteri (1997); Grasso, Filicetti, Fichera (1997); Porto (1997), Tiboni, Riela (1998).

MESSINA (4-3-3): Gagliardini; Cozzolino (1998), Bucca (1998), Bruno, Lia (1997); Pezzella, Migliorini, Lavrendi; Rosafio, Mascari (1999), Ragosta.

 

Foto di Rocco Papandrea

Condividi




Change privacy settings