Labormetro: ‘Calanna contrario al dissesto. Si riapra anche confronto con i sindaci’

“Il neo commissario straordinario della cittĂ  metropolitana ha dichiarato di essere contrario alla dichiarazione di dissesto finanziario preannunciata dai suoi predecessori, e di puntare al rilancio dell’Ente, sottolineando l’importanza del Masterplan, confermando quanto da noi piĂą volte sostenuto”. Così il coordinatore di Labormetro, Michele Bisignano, il quale evidenzia che Francesco Calanna rappresenta un punto di rottura rispetto a chi lo ha preceduto.

Bisignano in tal senso punta a sfruttare la congiuntura positiva venutasi a creare sotto un profilo politico, chiedendo una maggiore cooperazione tra il commissario straordinario e le istituzioni comunali direttamente interessate: “Sarebbe opportuno che il commissario Calanna riaprisse anche il confronto con il territorio provinciale e le realtĂ  che lo rappresentano, a partire da quella Conferenza Metropolitana, che non è stata ancora istituita, e di cui fanno parte tutti i centootto sindaci dei comuni della Provincia di Messina. Avviando così un ragionamento sullo Statuto da adottare (nelle more della definizione della normativa sulla Governance dell’Ente), nonostante l’incarico che gli è stato attribuito comprenda, a nostro parere erroneamente, lo svolgimento delle funzioni non solo di Sindaco Metropolitano e Consiglio metropolitano, ma anche della Conferenza Metropolitana; che non è però un organo elettivo come gli altri due previsti dalla confusa e contraddittoria normativa recentemente approvata dall’Ars”.

Condividi




Change privacy settings