Zaera al Mercato Ittico, Barrile: Inidoneo a ricevere operatori. Mancano punti d’acqua

Il Mercato Ittico, allo stato attuale, non è idoneo ad accogliere gli operatori rionali provenienti dallo Zaera, in quanto alcuni lavori non sono ultimati anzi alcuni elementi essenziali sono mancanti per le attività di commercio e vendita di prodotti alimentari quali punti di erogazione dell’acqua, scarichi dell’acqua e piastrellamento di pareti e pavimenti. A tal proposito, la Presidente del Consiglio comunale Emilia Barrile, a cui è stato chiesto di farsi portavoce con l’assessore al Commercio Guido Signorino, vuole sapere se è stato riferito e consegnato il fine lavori dalla ditta esecutrice e se, nel Bilancio di Previsione 2017-2019, siano state inserite le somme per il completamento degli interventi.

I venditori cercano di avere notizie certe dell’iter avviato dall’Amministrazione Accorinti sul trasferimento in via Alessio Valore, di cui non si conosce neppure la durata, una circostanza che ritengono gravare pesantemente sul futuro dei loro esercizi e su quello delle loro famiglie.

Nel corso dell’incontro con la Barrile, gli operatori non hanno celato perplessità e dubbi sull’eventualità di questo trasloco che potrebbe metterli in difficoltà economiche, senza mascherare l’intenzione di imbandire azioni di protesta e non da meno di trovare compromessi e soluzioni. Infatti sono pronti ad accettare condizioni alternative migliorative per spostarsi dalla sede attuale, purché la struttura mercantile risponda ai requisiti previsti dalla legge in materia e li garantisca, insieme agli avventori, dal punto di vista igienico-sanitario.

Tra l’altro, per la presenza di un’area che ospita un mercato, corre l’obbligo di ottenere le corrette autorizzazioni da parte dell’Azienda sanitaria locale. La Presidente vuole appunto assodare che questo sia accaduto.

Condividi