‘Periferie sicure’: giro di vite della polizia

Far rispettare la legalità e il decoro nelle zone più periferiche (ma non solo) che, proprio per questo, risultano spesso scenario di episodi di delinquenza e degrado. È questo in sintesi l’obiettivo postosi dalla Polizia attraverso un’articolata operazione dal nome “Periferie Sicure” che ha visto nei giorni scorsi il coinvolgimento di diversi operatori, quali reparti prevenzione crimine, U.P.G.S.P, unità cinofile, polizia amministrativa e squadra mobile. 

Tra le zone passate a setaccio dai poliziotti vi sono non solo aree periferiche, quali Giostra, Villaggio Aldisio e Gazzi, ma anche Piazza Cairoli, Piazza della Repubblica e Piazza del Popolo.

103 le pattuglie impiegate, circa 600 le persone controllate insieme a 403 veicoli, 4 dei quali sottoposti a sequestro. Ed ancora contestate non poche violazioni amministrative nei confronti anche di posteggiatori abusivi ai quali veniva applicata la misura dell’allontanamento dal luogo per 48 ore, ritirate patenti, perquisite abitazioni, contestate infrazioni al codice della strada, sequestrate significative quantità di sostanza stupefacente, effettuati controlli nei confronti di soggetti sottoposti a vario titolo a misure restrittive della libertà personale.

Cinque denunce per furto e porto d’armi o oggetti atti ad offendere, invasione di terreni e fabbricati, omissione di soccorso e lesioni personali colpose, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Infine arrestato lo scorso 10 ottobre Giuseppe Spadaro per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Ulteriori controlli anche in provincia. Nella notte tra sabato e domenica servizi straordinari del territorio eseguiti dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Capo d’Orlando hanno interessato il comune di Tortorici. 41 i veicoli controllati, 71 le persone identificate. Elevati inoltre verbali per violazioni al Codice della Strada ed eseguite due perquisizioni. Due gli esercizi commerciali sottoposti a verifica.

Condividi