Cacciotto: "Nessun salto di qualità per l'impiantistica sportiva, delusione Accorinti"

redstage

Cacciotto: "Nessun salto di qualità per l'impiantistica sportiva, delusione Accorinti"

mercoledì 11 Ottobre 2017 - 16:00

“Dall’attuale Amministrazione comunale ci si aspettava senza ombra di dubbio un salto di qualità in materia di sport. L’elezione del sindaco, Renato Accorinti, conosciuto in città per la sua dedizione allo sport, aveva certamente infiammato il cuore di tantissimi sportivi, speranzosi di un cambio di marcia in materia di sport”. In una nota stampa il consigliere della Terza circoscrizione, Alessandro Cacciotto, chiede alle SS. LL. in indirizzo, ciascuno per la parte di competenza, che prendano in seria considerazione la mancanza di strutture sportive e di una chiara regolamentazione degli impianti.

“Sarebbe un grandissimo risultato se l’Amministrazione riuscisse a varare un regolamento chiaro che tenga conto delle esigenze dello sport a Messina, per la gestione degli impianti sportivi comunali; sarebbe uno step importantissimo nella logica dello sport a Messina. Tante associazioni sono “avvilite” e spesso devono migrare in comuni vicini con notevole esborso economico”. A tutto questo si aggiunge il fatto che il primo cittadino, Renato Accorinti, ha consegnato la delega allo sport all’assessore Pino che non può occuparsene in modo pieno e totale in quando già altamente impegnato con pesanti deleghe come la protezione civile e il risanamento.

“L’ex Gil è un esempio emblematico del “tradimento sportivo” accorintiano ma non solo; villa Dante con i suoi altrettanti spazi dedicati allo sport; ed ancora l’incapacità e l’impossibilità di rivalutare gli impianti sportivi esistenti che nonostante si facciano i salti mortali sono il più delle volte piuttosto fatiscenti”. Il consigliere si dice fiducioso nell’attendere un regolamento per usufruire degli impianti sportivi comunali.