Pistunina, per D’Angelo frattura della clavicola non sovrapposta

Confermata la fattura scomposta della clavicola, che però non risulta sovrapposta. Il che significa che per guarire Simone D’Angelo non ha bisogno di andare in sala operatoria, ma gli basterĂ  semplicemente rimanere bloccato con il tutore.

Questo il bollettino medico comunicato in mattinata dal direttore sportivo del Pistunina, Raimondo Mortelliti, al termine della prevista visita sostenuta dall’ex igeano presso la clinica Cristo Re di Messina, ad opera dell’ortopedico dottor Carmelo Cammaroto che ha redatto apposita relazione per il collega Francesco Petralito, medico sociale del sodalizio calcistico rossonero.

Come è noto D’Angelo si è fatto male in occasione di un contrasto di gioco, dopo mezz’ora della sfida esterna di ieri pomeriggio sul campo del CittĂ  di Ragusa, valida per il 5° turno d’andata del torneo calcistico di Eccellenza. GiĂ  ieri il primo controllo presso il nosocomio ibleo, dove il giocatore era stato trasportato in autoambulanza, aveva rivelato l’entitĂ  dell’infortunio.

Prescritti terapia e riposo, quindi, per D’Angelo il quale tra due settimane si sottoporrĂ  ad ulteriore controllo e tra circa un mese dovrebbe riprendere a correre assieme ai compagni.

Di certo c’è che attualmente piove sul bagnato per la retroguardia del Pistunina, se si considera che oltre all’infortunio ex Igea sarĂ  squalificato Chiglien mentre Puzone è ai box per uno stiramento.

 

Condividi