Museo Messina, “Personale Asu sarà liberato da cooperative”. Strappato impegno

L’utilizzo diretto dei lavoratori Asu, in atto impegnati negli uffici regionali e negli Enti Locali, è la ricetta per far sì che si muova l’economia fuori dal settore privato. La visita del governatore Crocetta al Museo Regionale di Messina per l’ufficializzazione del nuovo assessore Aura Notarianni è stata l’occasione dell’incontro tra il vertice palermitano e la Segretaria regionale della Fp Cgil Sicilia, Clara Crocè. Quest’ultima, accompagnata da un gruppo di lavoratori Asu impegnati nei servizi di custodia, ha richiesto al Presidente di trovare spazio per queste risorse umane, senza che queste debbano prestare la loro attività per conto terzi.

La Segretaria Regionale ha ricordato a Crocetta che “la FPCGIL ha avanzato l’istanza più volte all’Assessore al Lavoro, Carmencita Mangano, che “I lavoratori siano liberati dalle cooperative e utilizzati in via diretta dagli enti pubblici,  non più, dunque, per il tramite di soggetti privati che finiscono con l’assumere la veste impropria di agenzie interinali aggirando le norme che vietano l’intermediazione di manodopera” .

Quasi come nella scena di un “bacio rubato”, la delegazione dei dipendenti presenti, sempre con la sigla sindacale, ha strappato l’impegno al Presidente Crocetta che lo ha assunto per dissolvere il vincolo delle cooperative.

“Staremo a vedere – conclude Crocè  – speriamo che il tutto non si traduca come una promessa elettorale”.             

Condividi




Change privacy settings