Si chiude con l’omaggio a Maria Callas la tranche taorminese del Bellini Festival

Grande tripudio di applausi  per la Traviata, che sabato scorso ha concluso il lungo ciclo di spettacoli andati in scena quest’estate nella superba cornice del Teatro Antico di Taormina. Con l’occasione si è anche celebrato   il quarantesimo anniversario della scomparsa di Maria Callas proprio nel giorno della ricorrenza, avvenuta il 16 Settembre 1977 a Parigi.

 Sul palco tre interpreti d’eccezione, graditissime al pubblico per la loro bravura e bellezza: i soprani Lisa Houben, Joanna Parisi, il mezzosoprano Joanna Parisi e il regista Enrico castiglione, ideatore della serata e direttore artistico del Festival Belliniano, che ha prodotto l’evento, quest’anno alla sua nona edizione.

Un concerto che ha offerto quasi due ore di grande lirica, sotto il segno di Vincenzo Bellini, compositore prediletto da Maria Callas durante tutto l’arco prodigioso della sua carriera, a cui hanno tributato il doveroso omaggio le tre interpreti femminili di indiscussa caratura internazionale,  scelte personalmente da Enrico Castiglione, le quali hanno eseguito arie e romanze rese indimenticabili dalla divina voce di Maria Callas, il cui repertorio ha abbracciato l’intera storia del melodramma, compreso anche alcuni ruoli da mezzosoprano.

Il regista Enrico Castiglione ha legato la sua carriera al nome della Callas fin da giovanissimo, quando nel 1997, all’età di 28 anni fu lui ad ideare e dirigere il primo Maria Callas Memorial trasmesso in diretta mondovisione dalla RAI dal teatro Romano di Ostia Antica, esattamente vent’anni fa, il 16 Settembre 1997, sempre nel giorno esatto dell’anniversario, con un concerto presentato da Pippo Baudo  che vide protagoniste sul palcoscenico interpreti come Karia Ricciarelli, Cecilia Gasdia, Maria Dragoni, Francesca Patané, Monica Guerritore e Carla Fracci.

Quest’anno, esattamente dopo vent’anni, per il Maria Callas Memorial del 40° anniversario Enrico Castiglione non poteva che scegliere il Teatro Antico di Taormina, luogo teatrale prediletto dal grande regista italiano dove da ben 11 anni dirige la stagione lirica prima di Taormina Arte e ora del Festival Belliniano, firmando memorabili allestimenti operistici trasmessi dalla RAI e nei cinema in tutto il mondo, come La Boheme inaugurale di quest’anno,

Un concerto, il Maria Callas Memorial di quest’anno, che ha messo in luce le doti di tre soprani che rappresentano il presente e il futuro della lirica, già distintesi per le proprie brillanti carriere nei maggiori teatri di tutto il mondo, dal Festival di Salisburgo al Metropolitan di New York.

Il Festival Belliniano, giunto quest’anno alla sua nona edizione, ha riportato la grande lirica al Teatro Antico di Taormina, sempre sotto il segno del maestro Enrico Castiglione, concludendo in bellezza una lunga stagione di opere, concerti, balletti ed eventi al Teatro Antico di Taormina: conclusione che ha raggiunto l’apice proprio nel finale, quando il “Brindisi” dalla Traviata cantato insieme spiritosamente dalle tre cantanti è stato accompagnato da spettacolari fuochi d’artificio, rendendo indimenticabile  l’omaggio a Maria Callas. Ed ora il Festival Belliniano  proseguirà  la propria programmazione a Catania per concludersi al Duomo con il tradizionale Concerto del 3 Novembre 2017, dedicato a Vincenzo Bellini nel giorno della sua nascita.

Ancora una volta Enrico Castiglione  si distingue per essere il propulsore della  grande musica nel mondo.

 

Condividi




Change privacy settings