Condotta idrica S. Michele, Adamo: E’ normale che stia nel torrente? Nuova strada

Le conduttore della rete idrica comunale stanno affiorando in mezzo al torrente San Michele, scavato dalla furia torrentizia. La loro collocazione nell’alveo della fiumara risponde alla normativa vigente ed al buon senso tenuto conto della palese precarietà della stessa?. A chiederlo all’amministrazione di Palazzo Zanca, in più round, è il Consigliere Comunale Piero Adamo, a seguito anche delle ulteriori segnalazioni ricevute dal “Comitato per la rinascita di S. Michele”. Ora, si inoltra un’interrogazione a risposta scritta al Primo Cittadino Accorinti, in sinergia con la coordinatrice del Comitato, Lorena Fulco.

Le criticità ben note del Villaggio San Michele sono emerse nuovamente dopo la perturbazione meteo dei giorni scorsi, oggetto già di numerose precedenti denunce da parte dell’esponente si SiAmo Messina.

Si è registrata la necessità di intervenire (come si sta già intervenendo) sulla tubazione municipale, gestita dall’Amam.

Il Consigliere rinnova infine il sollecito ad avviare la progettazione e l’iter per il reperimento dei fondi relativo alla realizzazione di una viabilità alternativa per il villaggio che, come riscontrato nelle riunioni svoltesi in passato, dovrebbe costeggiare la parte destra del torrente (lasciando libero e scoperto il torrente al centro) risolvendo così gran parte delle problematiche di vivibilità e sicurezza dell’antico borgo collinare.

 

Condividi




Change privacy settings