Sospensione idrica: dal 5 attivo Coc di Protezione Civile, compresi volontari

I lavori di ripristino dell’acquedotto di Fiumefreddo, in contrada Piraino di Calatabiano, dovrebbero filare lisci. Ma per affrontare eventuali criticitĂ  derivanti dalla riduzione della distribuzione idrica, l’assessore alla Protezione Civile, Sebastiano Pino, ha predisposto tutte le azioni necessarie per avviare da domani – martedì 5, fino a cessate esigenze, il Coc (Centro Operativo Comunale di Protezione Civile).

Le misure messe in campo dall’Amam, sul piano organizzativo per ridurre al minimo il tempo dei lavori necessari, l’aumentato apporto dell’approvvigionamento alternativo dell’acquedotto dell’Alcantara e il piano di distribuzione razionata dovrebbero concorrere a ridurre al minimo i disagi per la popolazione.

Si è deciso di attivare comunque il C.O.C. per gestire al meglio eventuali richieste di approvvigionamento straordinario, a mezzo autobotti, di strutture sanitarie, uffici e di coordinare eventuali necessità di assistenza alle fasce deboli della popolazione che saranno effettuate attraverso la funzione del dipartimento Politiche Sociali presente al Coc, con il prezioso supporto delle associazioni di volontariato della Protezione Civile.

Condividi