Sicilia diventerĂ  bellissima? M5S: Solo se vinceremo. Nomi nuovi in Giunta pre-elezioni

“Solo se il Movimento 5 Stelle vincerà”, l’Isola Trinacria si presenterà in veste davvero nuova “perché gli altri sono sempre gli stessi e sono quelli che governano da 20 anni e quindi sono i responsabili di questo disastro”. Così, i Pentastellati sfidano gli sguardi pesanti anzi pesantissimi del Centrodestra e motivano la loro propaganda con la ventata di stupore e competenze giovanili.

In particolare, uno degli esponenti piĂą attivi del Movimento in cittĂ , Antonio DeLuca, nonchĂ© candidato all’Ars alle Regionali 2017 del prossimo novembre, sfodera un piglio schietto, rivolgendosi alle vecchie conoscenze del mondo politico: “Usano frasi di Paolo Borsellino come slogan della campagna elettorale e poi accettano il sostegno del partito fondato da Marcello Dell’Utri, condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, quale mediatore tra Cosa Nostra e Silvio Berlusconi, a sua volta condannato a 4 anni di reclusione per frode fiscale (fonte wikipedia)”.

“Usano le parole di Borsellino ma, pur di vincere, accettano i voti portati in dote dal partito di Gianfranco Miccichè, da poco scuderia anche del famoso Francantonio Genovese, condannato in primo grado a 11 anni di carcere in quanto riconosciuto colpevole di associazione per delinquere, riciclaggio, peculato, frode fiscale e truffa (fonte ilfattoquotidiano.it) nonchĂ©, secondo il sito Openpolis.it, 629.mo su 630 nella classifica per l’indice di produttivitĂ  (10,34% di presenze e 89,66% di assenze)”.

“Amano parlare di lotta alla mafia, fare manifestazioni, usare le Sue parole e poi accettano il sostegno delle stesse persone che in passato hanno sostenuto i governi di Cuffaro e di Lombardo. Dicono di amare la Sicilia e poi accettano il sostegno di Salvini”.

“Accettare il sostegno elettorale di chiunque, pur di vincere, è vergognoso – incalza De Luca – ed è anche un insulto alla memoria di tutti i morti ammazzati dalla mafia che alcuni politici amano tanto ricordare. A me tutto questo non piace. E non venitemi a dire che la politica è mediazione, perchĂ© questa non è mediazione, ma è arrivismo ad OGNI costo!

“La mafia si combatte con i fatti e con la coerenza. Per sconfiggere la mafia, ci vogliono persone nuove e non ricattabili, persone che non cedono un solo centimetro di fronte alla convenienza, perché Borsellino diceva anche che i politici non devono solo essere onesti, ma devono anche apparire tali”.

Condividi