Vertenza Giardino sui Laghi, incontro Prefetto è lettera morta. Lavoratori in fermento

“Quanto stabilito nel corso dell’ultimo incontro, tenutosi in Prefettura per cercare di affrontare e risolvere la vertenza del Giardino sui Laghi, è rimasta lettera morta”. Per la Funzione pubblica della Cgil è necessario fare il possibile per uscire da questa situazione di stallo che sta condannando i lavoratori ad una condizione di attesa infinita.

“Il nodo non è stato sciolto e la situazione per i lavoratori è ulteriormente peggiorata considerando che il tempo passa e lo stipendio non viene garantito con regolarità”. Questo il commento della Segretaria Generale della Funzione pubblica della CGIL, Clara Crocé e del rappresentante sindacale, Giuseppe Nava, rispetto alla condizione dei dipendenti della Rsa “Giardino sui laghi”, gestita dalla società Eurogestione in convenzione con l’Asp.

“Al momento – affermano i sindacalisti – è stato pagato un solo stipendio, quello di marzo, siamo arrivati ad agosto e non c’è traccia di quello di aprile. Bisogna fare il possibile per fare uscire i lavoratori, che pretendono legittimamente il loro stipendio, dal limbo in cui sono finiti”. Considerando che gli accordi non sono stati rispettati, la FP CGIL dichiara lo stato di agitazione dei lavoratori.

Condividi




Change privacy settings