Stadio ‚ÄúScoglio‚ÄĚ, vandalizzata foresteria. Interdonato: Palazzo Zanca sborser√† danni?

Danni ingenti dall’ammontare di circa centomila euro di cui, in verit√†, si √® al corrente da diverso tempo, danni provocati alla foresteria dello stadio ‚ÄúFranco Scoglio‚ÄĚ, ex San Filippo. Non si sa con certezza se il compimento degli stessi risalga alla gestione ‚ÄúStracuzzi‚ÄĚ o alla gestione ‚ÄúProto‚ÄĚ ma √® certo che la foresteria fosse impiegata per ospitare i giocatori dell‚ÄôAcr Messina nell‚Äôambito di un rapporto convenzionale tra la Societ√† ed il Comune.

Si tratta, dunque, di un fatto risalente a diversi mesi fa che, in qualche modo, non si sa per quali ragioni, non è emerso pubblicamente nella effettiva gravità, stante nell’incontrovertibile evidenza che i danni consistono in veri e propri atti di vandalismo volutamente compiuti da qualcuno.

√ą quanto il consigliere capogruppo ‚ÄúArticolo Uno ‚Äď Movimento Democratico e Progressista‚ÄĚ presso la Terza Circoscrizione, Santi Interdonato, rileva con una nota rilasciata per porre all‚Äôattenzione il fatto dinanzi al quale reputa opportuno che l‚ÄôAmministrazione Comunale faccia la dovuta chiarezza.

Per dare concretezza alla questione, Interdonato ha deciso di rendere pubblica una documentazione fotografica di cui è in possesso da tempo al fine di far comprendere a tutti di quale infima vicenda si tratti.

Le fotografie, che si commentano da sole, dimostrano la devastazione prodotta e la chiara volont√† di ‚Äúfare danno‚ÄĚ nel peggiore dei modi possibili facendo scempio della propriet√† pubblica.

Ora, poiché rispetto alla risoluzione della questione non pare vi sia proprio limpidezza, il consigliere circoscrizionale si rivolge pubblicamente all’assessore allo sport, Sebastiano Pino, per invitarlo a rappresentare tutti gli elementi della vicenda, magari partendo da una relazione amministrativa che si immagina sia stata prodotta dal Dipartimento Competente.

‚ÄúOccorre inoltre sapere a chi siano ascrivibili le responsabilit√† di tipo civile e di tipo penale, nonch√© quali azioni il Comune abbia intrapreso a tutela dei propri diritti di proprietario.¬†Ci si augura che l‚Äôingente somma non finisca per gravare sulle casse comunali mentre i responsabili la fanno franca‚ÄĚ.

Condividi




Change privacy settings