Prefetto riceve gli ex Servirail, Delrio si deve coinvolgere sul serio

I molteplici impegni istituzionali che da più parti sono pervenuti in questi cinque mesi di protesta dei 25 ex Servirail, si sono rivelati “aria fritta”. Il sit-in degli ex cuccettisti è stato trasferito per la giornata odierna da Piazza Cairoli al Palazzo del Governo, dove una loro delegazione, sottolineiamo sempre in modo civile e dignitosissimo, accompagnata dai Segretari di Filt Cgil Fit Cisl e Uiltrasporti, è stata ricevuta dal Capo Gabinetto della Prefettura di Messina, Minutoli, che ha ascoltato le richieste sindacali. A zampillare dall’incontro è stato un ulteriore gesto di volontà della rappresentante prefettizia, che si è fatta carico dell’ennesima interlocuzione presso il Ministero dei Trasporti. I responsabili di Filt, Fit e Uilt hanno riportato il timore e le preoccupazioni sia da parte loro sia dei lavoratori che, ad oggi, non hanno trovato alcun riscontro.

Il Governo capitolino, nella persona del Ministro Delrio, ha già assicurato nei mesi scorsi un percorso già intrapreso con il gruppo Fs ma non ve ne è traccia, neanche dopo la nota lettera consegnata a brevi mano dal sindaco Accorinti.

La Prefettura, che da sempre ha monitorato la vertenza, ha esposto le sue garanzie nel proseguire l’opera di mediazione e inoltrerĂ , a stretto giro, al Ministero una richiesta di informazioni sullo stato dell’arte della controversia con richiesta di altri interventi.

Le Organizzazioni sindacali, ringraziando la Prefettura per l’ennesimo contributo di disponibilitĂ  e intercessione, hanno condiviso la necessitĂ  della realizzazione di un tavolo istituzionale con gli interessati, quando ci siano le condizioni per poter instaurare un accordo che dia risposte occupazionali ai 25 ex Servirail.

Condividi