Secondo appuntamento Marefestival, sul palco Alessandro Haber ed Ezio Greggio

Mancano solo poche ore all’inizio della seconda serata targata Marefestival e sulla suggestiva isola di Salina sono giĂ  sbarcati Ezio Greggio e Alessandro Haber,  protagonisti di questo secondo appuntamento; stasera il primo riceverĂ  il Premio CRAL CittĂ  Metropolitana di Messina, il secondo riconoscimento in ricordo di Massimo Troisi, realizzati dal maestro scultore Antonello Arena. Sul palco della piazza di Malfa, Greggio, mattatore della scorsa edizione del Festival, racconterĂ  la sua vita al fianco dell’amico e collega Haber, interprete magistrale in teatro e in oltre 80 pellicole e vincitore, tra l’altro, di un David di Donatello: una “intervista doppia” condotta dai giornalisti Massimiliano Cavaleri, direttore artistico, e Nadia La Malfa, con la proiezione di alcune foto – simbolo del loro percorso artistico.

La giornata si è dipanata tra  numerosi eventi iniziati  nel pomeriggio a Palazzo Marchetti con  il concerto “Piano Movies” della pianista Isabella Turso, che ha lavorato tra gli altri, con Luis Bacalov, proponendo alcuni brani tratti da diversi album come “Omaggio a Donaggio”, storico autore di colonne sonore col quale ha lavorato piĂą volte. A seguire il reading teatrale di Ninni Bruschetta tratto dal suo libro “Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista”, presentato ieri all’Hotel Santa Isabel: cinquanta minuti in cui l’attore messinese  ha raccontato  i numerossissimi film e incontri di lavoro al fianco di grandi attori…protagonisti.

Il giornalista Mario Primo Cavaleri presenterĂ  “Vinciperdi”, il romanzo del collega di Gazzetta del Sud Antonio Siracusano. Stasera anche la proiezione del film “Amiche da morire” con Sabrina Impacciatore, premiata ieri dall’assessore al Turismo di Malfa Luciano Sangiolo e dalla madrina Maria Grazia Cucinotta. La Impacciatore è stata protagonista di due lunghe interviste: la prima al tramonto, nella suggestiva terrazza dell’Hotel Santa Isabel, dove ha dialogato con Pierpaolo Ruello attraversando i momenti piĂą significativi tra cinema e tv; poi sul palco ha chiacchierato con Marika Micalizzi in piazza parlando della carriera teatrale e lanciato un messaggio incisivo contro la violenza sulle donne e il femminicidio. Poi la commozione nel ricordare il suo “primo” regista Gianni Boncompagni, che l’ha scoperta per “Non è la Rai”. Il Premio CRAL è stato assegnato a Gabriella Germani, a consegnarlo il vicepresidente del CRAL Sergio Lanzafame: un bel ritorno a Salina per la comica dell’ “Edicola Fiore” di Fiorello che si è esibita con le esilaranti imitazioni di Mara Venier, Daniela Santanchè, Giorgia Meloni, Virginia Raggi e persino Angela Merkel.

Nel giorno seguente all’anniversario della morte di Paolo Borsellino, MareFestival gli rende memoria con la proiezione speciale del docu-film “1367 – La Tela strappata”, firmato da Giancarlo Licata che, attraverso i tg andati in onda sulla tv nazionale, ripercorre i 57 giorni che trascorsero tra l’uccisione di Giovanni Falcone e quella di Borsellino. Prima del film dibattito in piazza con il figlio Luca Licata, il direttore del Centro Sperimentale di cinematografia di Palermo Ivan Scinardo e l’ex procuratore Calogero Ferrotti. Ogni sera l’omaggio a Troisi con l’attore Carlo Fabiano interprete live di alcune scene celebri dei capolavori troisiani.

Ancora nuove e imperdibili emozioni, dunque,  stasera sul palco di Marefestival per regalare meravigliosi sogni ad occhi aperti.

 

Condividi