Milazzo: sindaco vicino ai migranti e in contrasto con colleghi, SI: “Coraggioso”

Il sindaco di Milazzo, Giovanni Formica è stato “additato forse di troppa solidarietà” verso i migranti, sopraggiunti nelle cittadine di Castell’Umberto e Sinagra e, soprattutto, per aver manifestato il proprio dissenso rispetto alle barricate antimigranti alzate dai sindaci del comprensorio.

La Federazione provinciale di Messina di Sinistra Italiana, in tutte le sue componenti, esprime vicinanza al primo cittadino Formica che è stato molto coraggioso a rischio di inimicarsi il popolo dei Nebrodi e si è reso disponibile ad accogliere, senza se e senza ma, i migranti respinti dai propri colleghi.

Secondo Sinistra Italiana, non si può diventare oggetto di squallidi attacchi.

“Si avverte l’urgenza di fare fronte comune tra sindaci e amministratori virtuosi e forze politiche – commentano la segretaria provinciale S.I., Alessandra Minniti, il componente della Direzione nazionale S.I., Maurizio Rella e i rappresentanti dell’Assemblea Nazionale S.I., Paolo Todaro e Dolores Dessì -, per ribadire che l’indirizzo del progresso della nostra civiltà di accoglienza non può essere invertito. Si invitano tutte le forze politiche alla correttezza nei confronti dei cittadini, perché non siano terrorizzati e disinformati; i migranti non portano criminalità né terrorismo, i migranti non rubano posti di lavoro né portano malattie”.

“Nella CittĂ  metropolitana di Messina, molti sono i centri di accoglienza – osservano – e non si è registrato alcun atto di violenza o furto nei confronti dei cittadini italiani. Riteniamo, accanto al sindaco Formica, che accogliere non solo è un dovere, ma porta con sĂ© anche il piacere di praticare l’amore gratuito e spontaneo verso il prossimo in condizione di bisogno”.

Condividi




Change privacy settings