Immigrazione, D’Alia: Accoglienza intelligente che capisca ricettività

La solidarietà stavolta deve fare appello alla comprensione del territorio che non può essere martoriato dai continui approdi stranieri, come se la Sicilia fosse terra di nessuno o al contrario la reggia sconfinata in cui rifugiarsi. Il Coordinatore nazionale Centristi per l’Europa, Gianpiero D’Alia, esprime il suo pensiero di vicinanza ai sindaci dei Nebrodi,

“Comprendiamo il sindaco di Castell’Umberto, Vincenzo Lionetto, e gli altri primi cittadini nebroidei, in un momento preoccupante per le comunitĂ  che rappresentano” – afferma il responsabile nazionale Centrista.

“L’accoglienza è certo un valore irrinunciabile – osserva l’ex ministro – ma non si improvvisa: non servono nĂŠ paura nĂŠ compassione. Il problema è economico, politico e prima di tutto logistico, ma sicuramente non è irrisolvibile”.

“È necessaria un’accoglienza intelligente che, lungi dal disimpegno, tenga conto delle effettive capacitĂ  ricettive dei territori” – conclude l’esponente Centrista.

Condividi